Calcio-mercato Foggia: un passo alla volta. Dopo i rinnovi, arrivano le prime novità

Calcio-mercato Foggia: un passo alla volta. Dopo i rinnovi, arrivano le prime novità

Calcio-mercato tranquillo e privo di qualsivoglia frenesia, quello del Foggia Calcio che, forte di un organico già di suo ormai consolidato, procede un passo alla volta per consegnare a Stroppa una rosa – calciatori all’altezza delle aspettative. Riscattati uomini cardine come Guarna e Deli, il d. s. Di Bari ha trovato l’accordo con l’Atalanta per la permanenza in Capitanata , anche in B, del centrocampista Agazzi. Posti i primi paletti, in questa seconda fase si penserà a sfoltire l’organico di qualche over di troppo che rischierebbe di non giocare, in base alla norma federale che prevede non oltre i 18 elementi in prima squadra, più 2 fidelizzati. Arrivano, come ovvio che sia, le prime richieste: Vacca, giusto per fare qualche nome, è corteggiatissimo non solo in Italia, ma vanta avances importanti anche dalla “Liga”, dove potrebbe andare a misurarsi sotto la guida di Mr De Zerbi, attuale teccnico del Las Palmas.

La dirigenza rossonera, come è ovvio che sia , non mollerà tanto facilmente il proprio regista, al quale darebbe via libera solo in cambio di una cifra importante. Stesso discorso per gente del calibro di Sainz-Maza(Sambenedettese , Catania), Chiricò ( Ternana e diverse compagini di Lega Pro) , Di Piazza, Sarno ed altri ancora che hanno mercato. Non solo partenze, però, perchè è praticamente fatta per il 23enne Milinkovic del Genoa, vero pallino di Stroppa, che approderà in Capitanata in prestito con diritto di riscatto. Qualche sondaggio è stato fatto anche per Ciano ( Cesena) , vero sogno di mezza estate per numerose squadre, non solo di B. Da valutare, se proprio dovesse partire Vacca, il possibile rientro in Italia del 25enne argentino Cirigliano, con trascorsi anche nella massima divisione nelle fila del Verona. Sempre per la prima squadra, profili interessanti quelli di Calderini (Fondi) , oltre a “vecchi amori” quali Russotto(Catania), Cacia (Ascoli) e Semenzato (Pordenone). “Menù” davvero corposo, in definitiva, quello nelle mani del nostro d.s. Di Bari che si arricchirà di sicuro ulteriormente, in attesa di quelle scelte definitive che daranno solo piena soddisfazione , senza “complicanze digestive”.

Fonte: www.capitanatainforma.it

Categoria: News Foggia Calcio