F1, le pagelle del GP di Monza

F1, le pagelle del GP di Monza
LEWIS HAMILTON – VOTO 10
Vive di prepotenza dominando sotto la pioggia e con il sole. A Monza mette sull’asfalto una gara sontuosa e senza il minimo errore si riprende la testa del mondiale. Sul podio è un signore nel replicare col sorriso ai fischi di un pubblico che ignora cosa sia lo sport e cosa rappresentino i suoi valori.
VALTTERI BOTTAS – VOTO 8
Continua a meritare lo stipendio che gli paga la Mercedes coprendo il compagno di squadra e ottenendo nel frattempo il miglior risultato possibile, cioè il secondo posto. A Monza vive attimi di tensione solo nei primi chilometri, nel confronto ruota a ruota con Raikkonen. Una pratica che il finlandese in grigio risolve in fretta.
SEBASTIAN VETTEL – VOTO 7
Trova la forza di reagire dopo essere affondato sotto il diluvio del sabato. Purtroppo Seb si accorge subito che contro questa Mercedes non bastano la grinta e l’abbraccio del popolo rosso. Serviva una cavalleria che alla Ferrari a Monza è mancata. Il risultato finale era prevedibile, meno il distacco pesantissimo accumulato in gara.
DANIEL RICCIARDO – VOTO 9
Parte in fondo causa penalizzazione ma trova i numeri utili per una rimonta fuori dalla norma. Salire dal 16° al 4° posto su una pista come quella di Monza offre il senso dell’impresa dell’australiano che alla fine ha messo paura anche a Vettel.
KIMI RAIKKONEN – VOTO 6
Un solo guizzo al via, quando ha lottato con Bottas come se non ci fosse un domani. Poi Kimi è precipitato  nell’anonimato lasciando il palcoscenico in rosso al compagno di squadra.
FISCHI – VOTO 0
Una minoranza rumorosa ha avuto ancora il coraggio di fischiare Hamilton al momento della festa. Chi ama lo sport è consapevole del valore del finesettimana perfetto di Lewis. Chi ignora questi valori ed è accecato dal tifo fischia. Hamilton replica da signore e la mette sul ridere.
Categoria: Altri sport
Fonte: www.tgcom24.mediaset.it