Foggia devastante, vittoria con vista Serie B: Casertana ko. 0-3

Foggia devastante, vittoria con vista Serie B: Casertana ko. 0-3

Sempre Mazzeo, sempre Di Piazza. Sono sempre i due attaccanti rossoneri a regalare i tre punti al Foggia, come accaduto mercoledì in casa del Catanzaro. A Caserta, la Casertana cede per 3-0 sotto i colpi dei ragazzi di Stroppa, sempre più vicini all’obiettivo Serie B. Nono successo consecutivo, eguagliato il record del Foggia di Marino del 2002/03.

CRONACA – Stroppa opta per il solito 4-3-3, con Di Piazza e Chiricò a supporto di Mazzeo in avanti, e con Deli preferito a Gerbo a centrocampo. Tedesco si affida alle giocate di Corado e Ciotola, Orlando in panchina. I primi minuti sono di marca rossonera: al 3′ Ramos rischia l’autorete con un retropassaggio di testa, ma Ginestra ci mette una pezza. Al 5′ Chiricò serve di Di Piazza che, da ottima posizione, conclude a rete ma si fa respingere la conclusione da Ginestra. Pochi minuti dopo, Deli ci prova dai 20 metri: palla fuori di poco. Al 10′ primo squillo dei padroni di casa: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Corado svetta più alto di tutti, ma conclude di poco a lato. Al 16′ Foggia vicino al gol: Rubin pennella sul secondo palo per Mazzeo, l’attaccante rossonero si coordina al volo e conclude a rete, ma Ginestra è superlativo a respingere d’istinto. La gara perde un po’ di ritmo e si avvia verso un finale di primo tempo a reti bianche, ma ad un minuto dal 45′, il Foggia va vicinissimo al vantaggio: bordata di Coletti dai 25 metri su calcio di punizione, palla che si stampa sul palo alla destra di Ginestra, rimasto immobile sul siluro del difensore rossonero. Duplice fischio? No, perché nell’unico minuto di recupero concesso dal direttore di gara, il Foggia passa: punizione calciata da Rubin dalla trequarti sinistra, svetta Mazzeo più alto di tutti all’altezza del dischetto che devia di testa in rete da vero bomber di razza. Si chiude sul gol rossonero il primo tempo.

Il Foggia nella ripresa entra con l’intenzione di chiudere il match, e ci riesce dopo soli 3 minuti: Di Piazza servito in profondità da Mazzeo, difende bene la palla, vince un rimpallo con Ginestra in uscita e a porta vuota deposita in rete. Solita corsa verso il settore ospiti per l’attaccante siciliano. La Casertana è stordita, il Foggia insiste per raggiungere subito il terzo gol: al 51′ ancora Coletti su calcio di punizione dai 20 metri colpisce l’incrocio dei pali, sulla respinta Agnelli conclude di prima intenzione ma Ginestra devia in angolo. Sugli sviluppi del corner, Mazzeo fa da sponda per Di Piazza che conclude con un rasoterra a rete, ma Ginestra respinge con i piedi. Al 62′ il Foggia chiude i giochi, Chiricò scatta via verso la porta di Ginestra che gli ruba palla in uscita, ma che successivamente stende Agnelli. E’ calcio di rigore che Mazzeo trasforma spiazzando Ginestra. Partita praticamente chiusa, con le due squadre che effettuano solo cambi da qui al 93′, senza creare ulteriori occasioni da gol.

Foggia che legittima sempre più la vetta della classifica, confermando i sei punti di distanza dal Lecce a quattro giornate dal termine. Casertana che resta a quota 45 in zona play-off. La prossima giornata, in caso di sconfitta del Lecce a Matera e di vittoria del Foggia sulla Reggina in casa, i rossoneri potrebbero festeggiare con tre giornate d’anticipo la promozione in cadetteria.

Francesco Beccia – www.foggia.iamcalcio.it

Categoria: La Cronaca