Foggia, pari e emozioni a Brescia. In tribuna spunta il finanziere Follieri

Foggia, pari e emozioni a Brescia. In tribuna spunta il finanziere Follieri

Passati in svantaggio per il gol di Caracciolo, nella ripresa i rossoneri ribaltano il risultato con le reti di Floriano e Chiricò. Poi, però, vengono raggiunti da Bisoli

Un punto che fa classifica e soprattutto continuità. Il Foggia pareggia 2-2 a Brescia e inanella il terzo risultato positivo consecutivo, dopo il pareggio con il Palermo e la vittoria di martedì scorso contro il Carpi. Al Rigamonti i rossoneri chiudono il primo tempo in svantaggio per una rete di Caracciolo, poi ribaltano il risultato nei primi venti minuti della ripresa con i gol di Floriano e Chiricò. Di Bisoli il gol che fissa il risultato sul 2-2 finale.

Caracciolo errore e gol

Stroppa conferma larga parte della formazione che ha battuto il Carpi, con l’innesto di Floriano a sinistra nel tridente offensivo. La partita si apre con un brivido. Dopo le trasferte di Pescara, Avellino e Carpi, il Foggia rischia per la quarta volta consecutiva di subire rete nei primi dieci minuti di gara. Machin ruba palla, verticalizza per Bisoli, palla al centro per Caracciolo che all’altezza del dischetto manda alto sulla traversa. L’uomo in più del Brescia è Bisoli, capace di cucire centrocampo e attacco, proponendosi anche al tiro: al 9’ manda alto dal limite, al 15’ arriva sul fondo e serve un radente che Agnelli salva in corner. Poi il vantaggio bresciano. Sugli sviluppi di un angolo di Machin, Caracciolo, senza staccare i piedi da terra, resiste al contrasto di Martinelli e infila di testa l’angolo lontano della porta rossonera.

Remuntada e pari

Nella ripresa Stroppa inserisce Chiricò in luogo di Nicastro. Ma il cambio è soprattutto mentale. Il Foggia entra in campo con una determinazione diversa e dopo 2’ pareggia. Floriano entra in area da sinistra, rientra sul destro e infila la porta bresciana con un preciso rasoterra. All’8’, su un cross di Machin, Guarna sbaglia il tempo dell’uscita ma Rinaldi di testa non ne approfitta e manda alto. Al 20’ il raddoppio rossonero. Floriano allarga per Mazzeo che arriva sul fondo e serve al centro un radente che Chiricò gira di sinistro in fondo al sacco. Il Brescia si spinge nuovamente in avanti e al 26’ pareggia. Caracciolo colpisce il palo, la sfera carambola sulla testa di Guarna, per poi essere spinta in rete da Bisoli. Al 31’ il Brescia può contro-ribaltare il risultato. Martinelli perde palla pressato da Ferrante che s’invola verso la porta: prima Guarna ci mette un piede, poi è lo stesso Martinelli a murare l’attaccante sulla ribattuta. Il risultato non cambia più e al fischio finale è comunque festa per gli oltre mille tifosi rossoneri al seguito.

Follieri in tribuna al Rigamonti

A margine, va segnalata la presenza in tribuna di Raffaello Follieri. Il finanziere, balzato in passato agli onori delle cronache per la sua love story con l’attrice americana Anne Hataway ma anche per qualche vicissitudine giudiziaria, è volato a Brescia da Dubai su invito del proprietario rossonero Sannella. Adesso Follieri cura gli interessi di un principe arabo. Un’attività e una presenza, le sue, che molti tifosi interpretano come il preludio a importanti novità societarie

Fonte: il corriere del mezzogiorno

Categoria: Rassegna stampa