L’opinione: Foggia concreto e concentrato

L’opinione: Foggia concreto e concentrato

Tre punti per ritrovare la vetta, diciottesimo successo stagionale, quarto consecutivo. Al “Veneziani”, il Foggia si impone con un rassicurante 2 a 0 e costringe la squadra di Bucaro a guardarsi le spalle, dove la zona play-out dista solo tre lunghezze.

Il monday night rossonero ha portato chiare indicazioni a Stroppa sulla forza del proprio gruppo, abile a contenere il pressing forsennato dei biancoverdi nei primi 10′ di gara e capace di sbloccare prima del quarto d’ora un match che andava vinto, in virtù dei tre punti conquistati dal Lecce ventiquattro ore prima del posticipo.

I rossoneri a vantaggio acquisito appaiono più sciolti e propositivi con Di Piazza prima che coglie il palo e Mazzeo poi, lo stesso che a 5′ dal termine della prima frazione di gioco si fa ipnotizzare da Furlan dagli undici metri, ma è abile a battere lo stesso con un colpo di testa che vale il doppio vantaggio e la dodicesima marcatura stagionale.

Nella ripresa, i satanelli concedono qualcosa in fase difensiva, ma Guarna è attento e lascia inviolata la propria porta per terza partita consecutiva. Il risultato potrebbe essere ancora più rotondo con le sortite offensive del solito tandem composto da Mazzeo e Di Piazza, ma al triplice fischio il Foggia ha che di essere soddisfatto.

I ragazzi di Stroppa colgono il quarto successo consecutivo, condito da sette reti all’attivo ed una sola al passivo. L’inviolabilità di Guarna sale a 270′ di gioco e la vetta torna nelle mani dei rossoneri, apparsi concreti, compatti e vogliosi di far propria la vittoria.

Domenica allo “Zaccheria” arriva il Lecce dell’ex Padalino, distante una sola lunghezza. A nove gare dal termine della regular season, questo match potrebbe dire tutto o niente, ma sicuramente i tre punti in palio avranno un peso maggiore, perché da domenica la stagione dei rossoneri potrebbe avere una sterzata considerevole.

Categoria: Opinione