L’opinione: Foggia, ora mantieni la vetta

L’opinione: Foggia, ora mantieni la vetta

Dopo tre settimane, il Foggia riconquista la vetta della classifica e lo fa imponendosi di misura sulla Juve Stabia. Il diciassettesimo successo stagionale vale il primato temporaneo del girone C della Lega Pro. Una partita caratterizzata da un Foggia a due volti, spavaldo e arrembante nella prima frazione di gioco, guardingo e difensivo nella seconda parte di gara.

Partiamo con ordine, i rossoneri partono subito forte alzando il baricentro e costringendo sulla difensiva le vespe, abili a ripartire in contropiede senza, però, mai creare seri grattacapi alla retroguardia rossonera.

Di Piazza prima e Agazzi poi, fanno le prove generali del vantaggio che arriverà dagli undici metri grazie alll’undicesimo centro stagionale di Mazzeo.

Nella seconda frazione, il copione cambia radicalmente. I rossoneri, forti del vantaggio, badano a preservare il risultato senza, però, non disdegnare sporadiche sortite offensive. I campani beneficiano dell’atteggiamento difensivo della squadra di Stroppa, ma solo in un paio di circostanze si rendono realmente pericolosi.

Al triplice fischio, contava vincere e i rossoneri con questi tre punti preziosi si riprendono la vetta della classifica, ma ora toccherà preservarlo dagli attacchi di un Lecce distante ad una sola lunghezza.

Allo “Zaccheria” il Foggia ha prima colpito, per poi badare ad amministrare un risultato fondamentale per il prosieguo del campionato, offrendo una ordinata e attenta fase difensiva, quella che ai rossoneri era mancata in precedenza.

Lunedì, nel posticipo di Monopoli, occorrerà non manifestare mal di vertigini per una squadra che dovrà dimostrare di saper guardare tutti dall’alto verso il basso.

Categoria: Opinione