L’opinione: l’importante era vincere

L’opinione: l’importante era vincere

Il quinto gol stagionale di Vincenzo Sarno regala al Foggia una vittoria dopo tre turni di astinenza. Allo “Zaccheria” i rossoneri hanno avuto la meglio contro un Catanzaro decimato che non ha interpretato il ruolo della vittima sacrificale. I calabresi hanno dato del filo da torcere ai satanelli che col minimo scarto sono riusciti a conquistare l’intero bottino e a riprendersi la vetta in coabitazione con Lecce e Juve Stabia.

Una gara, quella contro il fanalino di coda Catanzaro in cui non abbiamo ammirato una squadra brillante. Nella prima frazione la troppa imprecisione sotto porta e quel pizzico di sfortuna, hanno accresciuto le speranze dei calabresi di poter uscire indenni dal fortino rossonero. Chiricò prima ed Empereur poi hanno ‘graziato gli avversari, rimandando il verdetto della partita ai secondi 45’ di gioco.

Nella ripresa, complice la fitta nebbia che ha invaso il manto erboso dello “Zaccheria”, la manovra delle due compagini ne ha risentito, ma i rossoneri hanno trovato il gol partita con una scivolata di Sarno, bravo a raccogliere un invitante assist di Gerbo.

A vantaggio acquisito, il Foggia fa trasparire la sua difficoltà di chiudere la gara, peccando di concretezza negli ultimi 20 metri. Difficoltà già palesate nei match precedenti. Ma al triplice fischio contava il risultato e il Foggia riconquista la vetta esattamente un mese dopo l’ultima volta che aveva guardato tutti dall’alto verso il basso.

Contro il Catanzaro, l’imperativo era vincere e Stroppa è stato accontentato. Per il momento, la prestazione può attendere, perché le avversarie dei rossoneri commettono pochi errori e viaggiano a velocità sostenuta. Fondamentale sarà mantenersi arroccato ai piani nobili della classifica e continuare a macinare punti anche domenica prossima. Nella seconda gara interna consecutiva arriverà una Casertana in salute e i rossoneri sono chiamati ad una prova più convincente di quella offerta contro i calabresi.

Categoria: Opinione