Manfredonia, ecco le ultime di mercato

Manfredonia, ecco le ultime di mercato

Scelto il nuovo tecnico, il Manfredonia Calcio si appresta pian piano a metter su i tasselli per costruire la nuova società, che può contare sul solido supporto economico di Gianni Rotice ed orchestrata a dovere dall’esperienza di una figura ancora non ufficialmente presentata, impegnata in questi giorni a cercare di far confluire forze fresche all’interno del sodalizio sipontino, in netta difficoltà. E di imprenditori interessati a fare calcio a Manfredonia ce ne sono, soprattutto di origine foggiana: non è un segreto, infatti, che il club di Sdanga non navighi nell’oro e per questo alcuni imprenditori del capoluogo potrebbero avere interesse ad investire per cercare di riportare il calcio sipontino ai fasti di un tempo. Ma alle loro precise condizioni. Quali? Lo scopriremo prossimamente.

SQUADRA
L’esordiente Walter Chiarella ed il suo team di lavoro (Franco Sante vice, Ferrazzano preparatore e Pipoli preparatore dei portieri), nell’attesa di un direttore sportivo competente, avranno un gran da fare per poter metter su una squadra degna, in grado di presentarsi ai nastri di partenza con un numero minimo di elementi con i quali lavorare; in particolare il tecnico foggiano dovrà ricorrere a tutte le sue conoscenze per convincere i calciatori a sposare “al buio” il nuovo progetto sipontino.
Salutati i vari Tarolli, Coccia, Gentile, Raho, Fiore, De Filippo, Romeo, Pazienza, La Porta e bomber Malcore, si cercherà di trattenere D’Angelo e si ripartirà da capitan Romito: la sua esperienza sarà fondamentale per gestire un gruppo di lavoro giovane. Già contattati alcuni ragazzi locali (e non) e molti svincolati, tra i quali Giuseppe Telera (difensore ’91) e l’attaccante Pasquale Trotta (’87), una carriera spesa tra i campi di Eccellenza, che potrebbe tornare a vestire la maglia della sua città. Sull’attaccante però c’è anche il Barletta di Franco Cinque.
A questi vanno aggiunti alcuni elementi della Juniores dello scorso anno ed i vari Loliva, Bonabitacola, Esposito e Molenda, quest’ultimo corteggiato da alcuni club di categoria. Poco però, troppo poco per la Serie D, che richiede esperienza e competitività per poter disputare un campionato tranquillo.

RITIRO
Non c’è ancora una data ufficiale, ma il nuovo corso di Chiarella dovrebbe iniziare martedì 1 Agosto sul malconcio terreno sintetico dello Stadio Miramare, dove verosimilmente avrà luogo l’intera preparazione precampionato. Un posto di certo poco favorevole per il recupero muscolare e soprattutto mentale dei biancocelesti, visto il caldo torrido tipico del mese. Ma tant’è, bisognerà rimboccarsi le maniche in vista del primo impegno stagionale, ossia la Coppa Italia di Serie D in programma il 20 Agosto (turno preliminare).

Fonte: www.calciodelsud.it

Categoria: Dilettanti