QUI PERUGIA – Giunti: «Non dimentichiamo le nostre certezze»

QUI PERUGIA – Giunti: «Non dimentichiamo le nostre certezze»

Venerdì anticipo allo ‘Zaccheria’ dopo due ko di fila. «Il presidente ci ha ribadito fiducia, abbiamo capito gli errori». Torna Han, Belmonte a sinistra.

La batosta ha sicuramente lasciato il segno. Perdere 5-1 in casa con l’ultima in classifica fa male, tanto che il presidente Santopadre e il ds Goretti hanno voluto confrontarsi con squadra e staff tecnico, «ci hanno confermato fiducia e di questo ne siamo felici, ma sappiamo di dover tornare a fare subito risultati» ammette Giunti alla vigilia di Foggia-Perugia. Ed in effetti l’anticipo di venerdì sera allo ‘Zaccheria’, riveste a questo punto una fondamentale importanza. Il Grifo è reduce da due sconfitte di fila, tre nelle ultime quattro gare… «però negli ultimi giorni ho visto i ragazzi rimettersi subito a lavorare a testa bassa. Sono convinto che abbiano capito gli errori commessi. Non dobbiamo dimenticare però le nostre certezze, abbiamo sempre le potenzialità di fare bene e come quando i risultati erano positivi, anche ora dico, guardiamo avanti con fiducia». Inutile nasconderlo, l’assenza di Han si è fatta sentire eccome nella debacle con la Pro Vercelli… «E’ tornato e si è allenato, in nazionale non ha avuto minutaggio e quindi sarà a disposizione». Diverse invece le assenze soprattutto in difesa, dove mancheranno lo squalificato Pajac e gli acciaccati Del Prete e Dossena. Così sulla fascia mancina giocherà quasi sicuramente Belmonte mentre Zanon presidierà la destra. Qualcuno ha parlato anche di condizione fisica non eccellente nei giorni scorsi, ma Giunti soprassiede: «Non mi preoccupa questo aspetto perché lo staff lo monitora costantemente e i risultati sono ottimi. La verità è che domenica scorsa abbiamo corso, ma male»

Focus avversario «E’ vero – continua Giunti -. Il Foggia è fanalino di coda ma le sconfitte subite non devono trarre in inganno. Fanno possesso di palla e in mediana ed attacco vantano delle buone individualità mentre in difesa concedono molto e non a caso hanno il reparto che ha subito più reti del campionato. Per caratteristiche si avvicina un po’ al Pescara, quindi dovremo essere bravi a far gioco e a non lasciargli in mano il bandolo della matassa. L’ambiente caldo? Questo deve stimolarci e penso che lo farà».

Lo spareggio Immancabile una battuta sull’indimenticabile Perugia-Acireale del 6 giugno 1993, giocato proprio allo ‘Zaccheria’… «Ricordo bene ogni istante di quella giornata, come anche l’attesa per arrivare a quella partita. Ero giovanissimo e per me fu una specie di finale di Coppa dei Campioni».

Fonte: www.umbria24.it

Categoria: L'Avversario