Serie B: risultati, classifica e gol e della 6^ giornata

Serie B: risultati, classifica e gol e della 6^ giornata

Colpo del Perugia nella 6^ giornata della Serie B, turno che premia gli umbri contro il Frosinone affiancato al comando. Empoli ko al Castellani, il Carpi frena a Chiavari. Ardemagni lancia l’Avellino, bene il Bari di Grosso. Ancora un pareggio per Zeman, il Parma espugna Venezia. Prima gioia della Salernitana.

A pochi giorni dal turno infrasettimanale torna subito in campo la Serie B, campionato senza pause né esclusioni di colpi. Al via la 6^ giornata, utile a scrivere le prime gerarchie di stagione dalla vetta alla coda della classifica: non hanno deluso gli scontri diretti a Perugia ed Empoli, incroci che promettevano gol e spettacolo nella corsa alla promozione. Si segna e si sogna nella nuova B, torneo votato a sorprese e rivelazioni. Ecco tutti i risultati maturati nei nove incontri di sabato.

PERUGIA-FROSINONE 1-0

23′ Di Carmine

Un gol dell’ex Di Carmine costa alla capolista Frosinone il primo stop in campionato e l’aggancio in vetta maturato al Curi. Torna a vincere il super Perugia di Giunti, reduce dal passo falso di Palermo eppure ripartito immediatamente davanti ai propri tifosi. Nella sfida tra cooperative del gol (6 marcatori umbri contro i 7 gialloblù) nonché tra limpide candidate alla promozione, la spuntano i padroni di casa con il 3° gol in stagione dell’attaccante classe 1988, 12 presenze a Frosinone nella stagione 2010/11. Rete maturata nel primo tempo e decisiva nell’arco del match nonostante l’assedio ospite nella ripresa, d’altronde proprio i ciociari hanno finora guadagnato 5 punti nei secondi tempi in questa Serie B. Certo è che il comando del torneo recita la leadership condivisa ex aequo da Perugia e Frosinone a quota 13 punti.

EMPOLI-CITTADELLA 0-1

8′ Litteri

Cade il Frosinone ma non ne approfitta l’Empoli di Vivarini, apprezzato a distanza in settimana da José Mourinho. Un guizzo in avvio di Litteri costa il primo ko in campionato ai toscani: a questo punto solo il Palermo, impegnato lunedì nel posticipo contro la Pro Vercelli, resta l’unica squadra imbattuta in Serie B. Pomeriggio a secco per bomber Caputo, 6 gol in stagione e 96 centri complessivi in categoria: nemmeno la sua migliore partenza in carriera ha scongiurato la sconfitta degli azzurri al Castellani. Dopo due stop in altrettante trasferte, invece, Venturato centra il primo squillo lontano dal Tombolato e si porta ad una sola lunghezza dall’Empoli, lontano piuttosto due punti dalla coppia Perugia-Frosinone saldamente al vertice.

VIRTUS ENTELLA-CARPI 0-0

Non va oltre il pareggio senza gol il Carpi di Calabro, reduce dal primo passo falso della stagione e bloccato a Chiavari. Dopo lo scivolone al Cabassi contro il Foggia, gli emiliani archiviano la prima gara a secco di reti in campionato sul campo dell’Entella. Senza lo squalificato Saber e soprattutto Mbakogu non trova la rete Malcore, unico marcatore biancorosso in questa Serie B al pari dell’attaccante nigeriano. Castorina rimedia invece un punto che porta a 3 partite la serie utile dei liguri, vincolati comunque alla parte inferiore della classifica. Il Carpi stazione invece a quota 11 a braccetto con l’Empoli.

CREMONESE-PESCARA 0-0

Quarto pareggio di fila per Zeman, quantomeno maturato allo Zini senza beffe. Già, perché le rimonte incassate contro Frosinone, Salernitana ed Entella, tutte da situazioni di comodo vantaggio, avevano alimentato i primi mugugni sulla gestione dell’allenatore boemo rimasto all’Adriatico nonostante la retrocessione. Lo 0-0 maturato a Cremona va agli antipodi con il trend degli abruzzesi, squadra che ha accumulato più segnature nel torneo (26, 14 segnate e 12 subìte). Bilancio al passivo graziato dall’incrocio dei pali colpito da Pesce in avvio, Tesser raccoglie comunque un punto contro una rivale attrezzata per il salto di categoria e ribadisce l’imbattibilità del proprio impianto casalingo.

VENEZIA-PARMA 0-1

55′ Di Cesare

Tre ko di fila possono bastare per l’ambizioso Parma di D’Aversa, allenatore che espugna il Penzo dinanzi a Pippo Inzaghi. Nella sfida tra squadre che inseguono la terza promozione di fila dalla D alla A, obiettivo mai centrato in Italia, a spuntarla sono gli emiliani in avvio di ripresa grazie a Di Cesare. Primo stop in campionato per la neopromossa veneta, reduce da un inedito gol incassato lunedì ad Avellino e stavolta punita davanti al proprio pubblico. Un successo che vale il sorpasso in classifica del Parma ai danni del Venezia, ora in ritardo di due lunghezze. Le sconfitte in serie contro Brescia, Perugia ed Empoli restano invece solo un ricordo per il Parma dalle velleità di vertice.

SALERNITANA-SPEZIA 2-0

18′ e 68′ Rodriguez

Prima gioia in campionato per la Salernitana di Bollini, squadra che alla 6^ uscita stagionale agguanta i tre punti in precedenza sempre sfuggiti. Decisivo il 26enne Alejandro Rodriguez, attaccante spagnolo in prestito dal Chievo e già apprezzato in B a Cesena, autore della doppietta che stende Fabio Gallo. Non lascia il segno Marilungo, mvp ligure contro Entella e Novara, mentre l’exploit granata lascia alla sola Pro Vercelli la macchia di unica formazione senza vittorie in Serie B. Respira a pieni polmoni quindi Bollini, già pericolante dopo l’avvio del torneo e abbonato ai pareggi (4 come Pescara e Venezia), protagonista di un successo che vale l’aggancio in classifica proprio allo Spezia.

NOVARA-AVELLINO 1-2

13′ e 29′ Ardemagni (A), 89′ Maniero (N)

Novellino supera Corini, duello che premia il maestro contro l’allievo. Coppia di scena nel Torino tra il 2007 e il 2009, quando l’ex centrocampista rispondeva agli ordini dell’allenatore classe 1953, l’esperienza regala il primo squillo esterno in stagione all’Avellino in precedenza battuto a Cremona e Cesena. Sugli scudi il solito Ardemagni, due volte a segno e già a 5 gol in stagione, lui che vanta 95 centri complessivi in Serie B. Ancora una battuta d’arresto per il Novara dopo il ko a La Spezia, gruppo tradito all’ingenua espulsione di Da Cruz e vanamente spinto dall’acuto di Maniero, mentre l’Avellino ritrova un successo lontano 2 turni e si porta a 10 punti in classifica.

BARI-TERNANA 3-0

10′  e 56′ Cissé, 20′ Improta

Poca fortuna per la Ternana targata Pochesci, allenatore votato al 3-3-3-1 dove ha trovato spazio il figlio d’arte Signorini. Nonostante il riposo extra per il rinvio al 19’ della sfida al Liberati contro il Brescia (recupero fissato il prossimo 3 ottobre), gli umbri capitolano al San Nicola contro un Bari in grande spolvero. Due volte Cissé, intervallato dal solito Improta (5 gol personali, 4 nelle ultime 3 gare), regalano un altro successo a Grosso dopo la vittoria casalinga nell’infrasettimanale contro il Venezia. Pugliesi ora a quota 9 punti in classifica contro i 5 della Ternana, seppure penalizzata dal rigore sprecato da Albadoro in avvio di ripresa e dal già citato match contro il Brescia da disputare a ottobre.

BRESCIA-FOGGIA 2-2

39′ Caracciolo (B), 47′ Floriano (F), 64′ Chiricò (F), 71′ Bisoli (B)

Divertente pareggio maturato al Rigamonti, incrocio nella parte inferiore della classifica che regala 4 gol e una ripresa avvincente. Dopo un martedì che ha visto il Foggia ritrovare un vittoria in B a distanza di 19 anni, i pugliesi sfiorano ancora il colpo esterno con l’ex Stroppa dalla parabola ascendente. Prima dell’intervallo apre l’Airone Caracciolo, 121 gol in categoria e 168 totali con la maglia del Brescia, praticamente una leggenda nel club azzurro. Pareggia Floriano, schierato titolare e già decisivo a Carpi, gol che precede il sorpasso firmato Chiricò. Solo un guizzo di Bisoli scongiura lo stop dei padroni di casa che procedono a braccetto con i pugliesi.

Categoria: Rassegna stampa
Fonte: www.sport.sky.it