Tutto sull’avversario del Foggia, l’Avellino

Tutto sull’avversario del Foggia, l’Avellino

Dal 17 giugno 2007 Avellino-Foggia ha smesso di essere una partita qualsiasi, sicuramente sentita per l’ovvia rivalità tra opposte fazioni, ed è diventata “la” partita. Perché l’eurogol di Rivaldo a una manciata di giri di lancetta dal termine della finale play-off è, tutt’oggi, un punto di non ritorno per i tifosi rossoneri, condannati ad altri dieci anni di visione di Serie C. L’Avellino, nel 2009, fallì dopo essere retrocesso dalla B e fu costretto a ripartire dalla Serie D. Da quel momento, però, gli irpini hanno cominciato a cavalcare con regolarità, smettendo di essere la squadra “ascensore” che faceva da spola tra cadetteria e C1 nei primi anni Duemila e diventando una compagine ormai stabilizzata da cinque stagioni in Serie B. Certo, sono ormai lontani i fasti della Serie A tra la fine degli anni Settanta e larga parte degli anni Ottanta, ma patron Taccone è finora riuscito a garantire stagioni dignitose con tranquille permanenze in B.

I “lupi” hanno confermato l’esperto Walter Novellino in panchina, subentrato a Toscano nel corso della passata stagione. La squadra è stata parecchio rinnovata in difesa dove, ai confermati Laverone e Migliorini, si sono aggiunti ben sette nuovi elementi. Meno ritocchi a centrocampo, dove spiccano la conferma di capitan D’Angelo e l’arrivo dell’ex rossonero Molina dall’Atalanta (20 presenze e una rete nel 2011/2012, ndr), dopo un anno di inattività, e in attacco, dove è stato confermato il tandem di sicuro affidamento composto da Ardemagni e Castaldo. Molti i colpi di mercato di prospettiva messi a segno come Radu tra i pali dall’Inter, Marchizza in difesa dalla Roma, Morosini in mediana e Asencio in attacco dal Genoa. Per l’esperienza, invece, Suagher dal Bari e Rizzato dal Trapani in difesa e Di Tacchio a centrocampo dal Pisa.

Finora altalenante il cammino degli irpini tra Coppa Italia e campionato. Nella Tim Cup, passaggio del turno in casa contro il Matera grazie alla rete di D’Angelo e successiva eliminazione dalla competizione a Verona dopo aver perso per 3-1 (rete biancoverde messa a segno da Castaldo, ndr). In campionato vittoria all’esordio contro il Brescia grazie alle reti di Ardemagni e Castaldo che ribaltavano il vantaggio iniziale delle “rondinelle” e pesante sconfitta per 3-1 nell’ultima trasferta a Cremona (gol di Morosini per i campani, ndr).

Oltre a Molina anche Giovanni Stroppa è un ex della partita avendo indossato la casacca dell’Avellino nel 2003/2004 collezionando 33 presenze e una rete fantastica contro il Palermo.

Arbitro dell’incontro sarà Riccardo Pinzani di Empoli. Calcio d’inizio alle 15 di sabato 9 settembre.

Di seguito l’attuale rosa dell’Avellino. Tra parentesi provenienza, età, presenze e reti per ciascun calciatore relative alla stagione 2016/2017. Per ogni giocatore è indicato anche il numero di maglia.

AVELLINO – Allenatore: Walter Novellino

PORTIERI
12 – Rino Iuliano (Confermato – 1984) (0/-0 + 6/-* nel Prato)
22 – Luca Lezzerini (Confermato – 1995) (1/-* + 1/-* nella Fiorentina)
1 – Ionut Radu (Proveniente dall’Inter – 1997) (1/-*)

DIFENSORI
13 – Nicola Falasco (Proveniente dal Cesena – 1993) (11/0)
5 – Anton Kresic (Proveniente dal Trapani – 1996) (11/0)
27 – Lorenzo Laverone (Confermato – 1989) (20/1 + 8/0 nella Salernitana)
3 – Riccardo Marchizza (Proveniente dalla Roma – 1998) (22/5 nella Primavera)
6 – Marco Migliorini (Confermato – 1992) (10/0)
15 – Pierre Ngawa (Proveniente dall’Oh Leuven – 1992) (21/0)
2 – Simone Pecorini (Proveniente dal Virtus Entella – 1993) (7/0 + 4/0 nell’Ascoli)
29 – Simone Rizzato (Proveniente dal Trapani – 1981) (34/1)
25 – Emanuele Suagher (Proveniente da Bari – 1992) (6/0 + 0/0 nell’Atalanta)

CENTROCAMPISTI
8 – Angelo D’Angelo (Confermato – 1985) (37/4)
14 – Francesco Di Tacchio (Proveniente dal Pisa – 1990) (35/1)
11 – Davide Gavazzi (Confermato – 1986) (3/0)
18 – Richard Lasik (Confermato – 1992) (29/2 + 4/1 nello Slovan Bratislava)
17 – Salvatore Molina (Proveniente dall’Atalanta – 1992) (0/0 + 0/0 nell’Avellino)
4 – Federico Moretti (Confermato – 1988) (17/1 + 4/0 nel Latina)
21 – Leonardo Morosini (Proveniente dal Genoa – 1995) (4/0 + 12/4 nel Brescia)
20 – Fabrizio Paghera (Confermato – 1991) (27/1)

ATTACCANTI
9 – Matteo Ardemagni (Confermato – 1987) (35/13)
19 – Raul Asencio (Proveniente dal Genoa – 1998) (21/18 nella Primavera)
26 – Soufiane Bidaoui (Confermato – 1990) (16/0)
7 – Idrissa Camara (Confermato – 1993) (17/0)
10 – Luigi Castaldo (Confermato – 1982) (28/4)

ALTRI GIOCATORI
24 – Duilio Evangelista (A) (Confermato – 1995) (*/*)

Arrivi: I.Radu (por, 97, Inter); N.Falasco (dif, 93, Cesena); A.Kresic (dif, Trapani); R.Marchizza (dif, 98, Roma); P.Ngawa (dif, 92, Oh Leuven); S.Pecorini (dif, 93, Virtus Entella); S.Rizzato (dif, 81, Trapani); E.Suagher (dif, 92, Bari); F.Di Tacchio (cen, 90, Pisa); S.Molina (cen, 92, Atalanta); L.Morosini (cen, 95, Genoa); R.Asencio (att, 98, Genoa)

Partenze: B.Radunovic (por, 96, Salernitana); P.Asmah (dif, 96, Salernitana); B.Djimsiti (dif, 93, Benevento); A.Gonzalez (dif, 88, Verona); M.Perrotta (dif, 94, Pescara); M.Solerio (dif, 92, Reggina); N.Belloni (cen, 94, Carpi); W.Jidayi (cen, 84, Pro Vercelli); S.Omeonga (cen, 96, Genoa); U.Eusepi (att, 89, Pisa); M.Soumare (att, 96, Teramo); D.Verde (att, 96, Verona)

Fonte: www.tuttofoggiacalcio.com

Categoria: L'Avversario