Arini al 90′, buio Foggia a Cremona: 1-0 grigiorosso

Arini al 90′, buio Foggia a Cremona: 1-0 grigiorosso

Una brutta gara, decisa da un episodio al 90′ in favore dei padroni di casa: il Foggia esce dallo “Zini” di Cremona sconfitto per 1-0 dalla Cremonese e vede complicarsi la corsa alla salvezza.

CRONACA – Grassadonia conferma la stessa formazione vista contro il Livorno, con l’unica modifica di Martinelli al centro della difesa al posto dello squalificato Billong. In avanti Matarese e Cicerelli a supporto di Mazzeo. Rastelli risponde con Piccolo a supporto di Montalto nel 3-5-2 grigiorosso.

Il match inizia con un cambio dopo solo 6 minuti: Croce accusa un problema muscolare, al suo posto entra Soddimo. La prima frazione è priva di occasioni pericolose. Gli unici squilli arrivano nei primi 15 minuti, uno per parte: Montalto impegna Leali dal limite, Mazzeo su punizione da buona posizione conclude a lato. Poi la gara scorre via fino al 45′, minuto in cui arriva l’occasionissima per la Cremonese: Piccolo sfugge via a Martinelli in area, calcia a botta sicura ma trova davanti a sé l’opposizione di Leali.

La ripresa si apre con gli stessi ritmi blandi della prima frazione. Al 69′ Rastelli manda dentro Carretta per Piccolo, Grassadonia risponde con Iemmello per Mazzeo. Dal 70′ al 73′ la Cremonese crea tre buone occasioni per passare: prima Caracciolo con un bellissimo tiro al volo con il mancino impegna severamente Leali dal limite costretto a respingere con i pugni; poi Mogos di testa da pochi passi, conclude a lato; infine Castrovilli dal limite conclude rasoterra ma ancora Leali nega il gol ai padroni di casa in allungo. Minuto 81′, Foggia vicinissimo al vantaggio: Kragl su punizione mira e scaglia il mancino sul palo di Agazzi ma la palla termina fuori di pochissimo. Dopo tanti interventi prodigiosi, allo scoccare del 90′, Leali commette l’unico errore della sua gara che costerà caro ai suoi: dopo un’azione convulsa in area, Arini colpisce di testa da pochi passi, il portiere rossonero prova a bloccare il pallone ma la palla gli sfugge e termina sotto le sue gambe. Disperato il numero uno del Foggia dopo aver disputato un match perfetto. L’arbitro concede 5 minuti di recupero, Grassadonia manda dentro Chiaretti per Busellato ma non accade più nulla. Leali in lacrime a fine gara.

La situazione in classifica dei rossoneri diventa a questo punto molto difficile in chiave salvezza. Fondamentali saranno le prossime due gare casalinghe contro Salernitana e Perugia.

Francesco Beccia – www.foggia.iamcalcio.it

Categoria: La Cronaca