Cambiare allenatore fa bene alla squadra? Chiedere a Crotone, Padova e Foggia…

Cambiare allenatore fa bene alla squadra? Chiedere a Crotone, Padova e Foggia…

La Serie B di quest’anno sarà ricordata come uno dei tornei a più alto tasso di esoneri della storia del calcio italiano. Se si escludono rare eccezioni come il Brescia, il Palermo e il Livorno si può, tuttavia, sostenere che tali decisioni abbiano fruttato alle società molto meno di quanto auspicassero. Col ritorno di Gianluca Grassadonia Foggia siamo già al terzo caso in cui un club sceglie di riaffidare l’incarico a un tecnico che ne era stato sollevato nel corso della stagione.Se si pensa che a Crotone Padova Stroppa Bisoli stanno riaccendendo la fiducia della piazza in una salvezza che pareva proibitiva, si comprende che spesso le scelte circa la guida di una squadra vengono prese con eccessiva fretta. Come fatto notare da molti addetti ai lavori, alle dirigenze capita di sovrastimare la bontà del proprio operato e di conseguenza il valore degli organici.

Se è vero che il Crotone ai nastri di partenza godeva dei favori del pronostico, è altrettanto un dato di fatto che col trascorrere delle giornate limiti e difetti della rosa sono emersi in superficie. Individuare nel manico le crepe di una formazione è un metodo che si rivela di frequente errato e semplicistico. Solo col lavoro quotidiano e la lenta divulgazione dei suoi concetti Stroppa sta dando ai Pitagorici un gioco e un’identità: i passaggi non sono immediati e semplici, ma l’impazienza rischia di peggiorare soltanto la situazione. Le medie punti dicono che i calabresi con l’ex Foggia sempre al timone avrebbero potuto battagliare fino in fondo per un posto nei play-off.

Fonte: www.pianetaserieb.it

Categoria: Serie B