Casarano, Palmisano: “Col Fasano sfida avvincente. La vetta? Ci siamo anche noi…”

Casarano, Palmisano: “Col Fasano sfida avvincente. La vetta? Ci siamo anche noi…”

Dopo un primo periodo di difficoltà, il Casarano sta risalendo la china della classifica fornendo prestazioni di alto livello: Alessio Palmisano, esterno dei rossazzurri, ha parlato del periodo attraversato dalle serpi ai microfoni di TUTTOcalcioPUGLIA.com, proiettandosi verso la prossima sfida di campionato contro il Fasano.

Partiamo dall’ultima giornata di campionato: una vittoria importante ottenuta in un campo difficile come quello di Francavilla. Che tipo di partita è stata?

“È stata una gara difficile: il Francavilla è un’ottima squadra, con calciatori di categoria. Sapevamo che non sarebbe stata una sfida semplice: siamo stati bravi a portare a casa i tre punti. Vogliamo fare un campionato di vertice e giocarcela fino alla fine: la vittoria, in questi incontri ostici, è fondamentale per il nostro percorso”.

Dopo un primo periodo esplosivo, hai accusato un calo nelle ultime giornate: come vivi questa situazione e, soprattutto, il ballottaggio con Versienti?

“Lo vivo come ho sempre fatto: mi alleno duramente, giorno dopo giorno, cercando di dare il massimo in ogni sessione. Con Leo ho un ottimo rapporto: è in forma, sono contento per lui. Abbiamo già giocato insieme a Nardò, ha delle grandi potenzialità: ciò che conta è portare a casa il risultato”.

Eri uno dei punti fermi di mister De Candia nella sua gestione: quali differenze noti, dal punto di vista tattico, rispetto a mister Bitetto?

“Non c’è tanta differenza tattica tra i due mister: De Candia utilizzava un 3-4-3, Bitetto utilizza un 3-5-2. Cambia solo un centrocampista: le giocate sono quasi simili. Siamo noi che dobbiamo cercare di giocare bene e metterci anche del nostro per portare a casa i tre punti”.

L’arrivo del tecnico ex Cerignola ha dato una scossa all’ambiente rossazzurro: quattro risultati utili consecutivi di cui tre vittorie ed un pareggio. Cosa è cambiato rispetto alle prime giornate di campionato?

“Sicuramente è cambiato qualcosa nel nostro atteggiamento: quando cambi allenatore, c’è qualcosa che non va. Ciò non dipende solo dall’allenatore ma anche dai giocatori: probabilmente, serviva anche a noi calciatori una scossa: adesso stiamo dando un segnale alle altre concorrenti e speriamo di continuare su questa strada”.

Domenica giungerà al “Capozza” il Fasano: una squadra che viaggia sulle ali dell’entusiasmo, avendo battuto il Taranto in campionato ed il Foggia in Coppa Italia di Serie D. Che tipo di match ti aspetti?

“Sarà sicuramente una partita difficile: il Fasano sta vivendo un ottimo momento di forma e, con la vittoria di mercoledì in Coppa, arriverà a Casarano a testa alta. Sarà una sfida avvincente”.

Un commento sulla classifica: ti aspettavi, dopo quattordici giornate di campionato, il Bitonto in vetta alla classifica?

“Da una parte sì: il Bitonto ha un’ottima ossatura, con giocatori importanti, ma anche Taranto e Foggia non sono da meno. È un bel campionato, tosto ed affascinante: non esistono partite facili in questo girone, ci sarà da lottare con tutte fino all’ultimo respiro”.

Categoria: Dilettanti
Fonte: www.tuttocalciopuglia.com