CdS – Foggia e Cesena, prevenire è meglio che cancellare

CdS – Foggia e Cesena, prevenire è meglio che cancellare

Ma sì, cancellate il Foggia e il Cesena, e anche altri, se vi va; aggiungeteli alla lista delle 147 squadre escluse dai nostri campionati professionistici negli ultimi 15 anni.

Continuate a farvi e fare del male, e lasciate che le colpe ricadono sulla procura federale che fa semplicemente il suo lavoro perché voi, leghe e federazione, non avete fatto il vostro: non vi siete preoccupate di controllare gli accessi alle proprietà e la regolarità delle gestioni permettendo così ha deciso a decine di Manenti e fotocopie di cinesi di presentarsi con credenziali farlocche è ambiziosissimo i proclami per prendere questa o quella società, oppure a qualche scalzacane di farne di ogni, sostenuto da commercialisti senza scrupoli.

Il Foggia è a rischio retrocessione: nei due campionati che hanno preceduto l’ultimo avrebbe impiegato 2 milioni di fondi neri per pagare stipendi e altro.
Ergo: non avrebbe nemmeno potuto iscriversi alla B 2017/2018. I legali del presidente Sannella parlano di 3 -400 mila euro, la procura ha sospetti sull’intera cifra. Nel frattempo 1milione e 200 mila euro di mutualità se li sono distribuiti altre 21 squadre di B poiché i pugliesi hanno coperto in ritardo la fideiussione – ricordo per correttezza, che ritardo e mancato pagamento per le norme federali sono entrambi sanzionati.
Ma si, cancellateli tutti invece di provare a prevenire questo scempio col vaccino dell’attenzione.
E Lasciate che i tifosi di Foggia e Cesena, le uniche vittime partecipino a qualche inutile corteo.
Più volte abbiamo chiesto agli organi di controllo di esercitarla la funzione: qualcosa hanno fatto, ma è ancora poco per le leghe, paradiso di plusvalenze e bilanci borderline, continuano a risultare più importanti le urgenze del momento, la raccolta fondi emergenza, ognuno per sé e nessuno per tutti.

Corriere dello Sport – Ivan Zazzaroni

Categoria: Rassegna stampa