Foggia all’esame-Catania È il primo «assaggio» di B

Foggia all’esame-Catania È il primo «assaggio» di B

Non saranno in campo i centrocampisti Agnelli e Gerbo e gli attaccanti Floriano e Mazzeo stoppati dal processo sportivo. Grassadonia: «Gli squalificati? Siamo contati, ma questo ci dà più forza»

Il mercato ha vivacizzato la vigilia dell’esordio stagionale del Foggia, che oggi debutta in Coppa Italia. Ieri il club rossonero ha annunciato il quinto rinforzo della sua campagna-trasferimenti estiva: preso il centrocampista Massimiliano Busellato, classe ‘93, che si è svincolato dal Bari.
Venticinque anni, veneto di Bassano del Grappa, ex Cittadella, Ternana, Salernitana e Bari, Busellato è una mezz’ala di quantità e si è legato al Foggia con un contratto triennale, che scadrà il 30 giugno del 2021. E’ il quinto acquisto perfezionato dal d.s. Nember dopo quelli del portiere Bizzarri, del difensore Ranieri, del regista di centrocampo Carraro e dell’attaccante Gori.

Nei prossimi giorni, l’organico verrà ulteriormente puntellato. Tra gli obiettivi spunta anche Mattia Aramu, centrocampista offensivo, trequartista ed attaccante esterno di proprietà del Torino, classe ‘95, ex Entella. In uscita, definito il trasferimento del mediano Matteo Fedele all’Universitate Craiova, club della massima serie rumena. Fedele approda in Romania in prestito per un anno, con opzione per il Craiova di trasformare la cessione da temporanea in definitiva.
Ieri inoltre, la società dauna ha reso noto che il marchio Wuber – già partner commerciale del club rossonero – torna ad essere main sponsor sulle maglie.

Nel frattempo, la squadra ha sostenuto a porte chiuse la rifinitura in vista della prima partita ufficiale della nuova stagione. Stasera sfida al Catania, valida per il secondo turno ad eliminazione diretta della Coppa Italia. Calcio d’inizio alle 20:45, diretta tv su Rai Sport. Gara secca: in caso di parità al 90’, previsti i supplementari ed eventualmente i rigori. Partita che potrebbe rappresentare un anticipo del prossimo campionato di B, considerato che il club etneo dovrebbe essere ripescato a breve nel torneo cadetto.

Grassadonia non può contare sui centrocampisti Agnelli e Gerbo e gli attaccanti Floriano e Mazzeo: tutti squalificati, stop legato al processo sportivo che ha coinvolto il Foggia per i presunti illeciti amministrativi commessi tra il 2015 e il 2017.
Previsti circa 7mila spettatori, di cui una sparuta rappresentanza ospite. Nel primo turno, il Catania del tecnico Sottil ha eliminato il Como, sconfitto 3-0 in Sicilia. «Siamo nel pieno della preparazione pre-campionato, non al top ma in crescita – ha dichiarato ieri Grassadonia nella conferenza di presentazione del match -. Conterà innanzitutto il risultato, ma è una partita importante anche per capire a che punto siamo. Affrontiamo una squadra che ha già giocato una gara ufficiale ed ha molto entusiasmo. Le squalifiche? Siamo contati, ma questo deve darci ancora più forza. Sedermi sulla panchina del Foggia mi darà tanta emozione, ma tutto svanirà al fischio d’inizio». Il tecnico rossonero ha fatto anche il punto sul mercato: «Busellato deve recuperare il gap sul piano atletico rispetto ai compagni. Questa gara ci darà nuove indicazioni sul da farsi. Partiamo da un’ottima base».

La probabile frmazione (3-5-2): Bizzarri; Tonucci, Camporese, Loiacono; Zambelli, Carraro, Ramé, Deli, Kragl; Nicastro, Gori.

A disp.: Noppert, Sarri, Cascione, Martinelli, Ranieri, Amabile, Rubin, Sicurella.

Arbitro: Illuzzi di Molfetta (assistenti Cipressa di Lecce e Mastrodonato di Molfetta, quarto uomo Meleleo di Casarano).

Fonte: La Gazzetta Del Mezzogiorno

Categoria: Rassegna stampa