Il Foggia cade a Gravina: è 2-0 gialloblù al “Vicino”

Il Foggia cade a Gravina: è 2-0 gialloblù al “Vicino”

Il Foggia esce malconcio dallo “Stefano Vicino” di Gravina in Puglia con i locali che si impongono 2-0 grazie alla doppietta realizzata da Ficara. Gara subito in salita per i rossoneri complice l’espulsione dopo appena un quarto d’ora di Fumagalli, che ha complicato e non poco la rincorsa dei satanelli.

CRONACA – Piena emergenza per Loseto costretto a far fronte a diverse assenze importanti. Il tecnico gialloblù schiera i suoi con un 4-3-3 ed in avanti si affida a Ficara e Santoro sugli esterni a supporto dell’unica punta Bozzi. Dalla parte opposta consueto 3-5-2 per Corda con esordio dal 1′ per El Ouazni in coppia d’attacco con Tortori. Non al meglio Viscomi che si va in tribuna, mentre Gentile si accomoda in panchina.

Dopo una prolungata fase di studio, episodio chiave al quarto d’ora: rilancio lungo di Vicino a cercare Santoro, Fumagalli si avventa in uscita per ostacolare l’attaccante murgiano ma tocca la sfera all’esterno dell’area di rigore. Rosso diretto per l’estremo difensore del Foggia e punizione dal limite per il Gravina. Va Santoro sul punto di battuta ma palla che non inquadra lo specchio. Due giri di lancette più tardi batti e ribatti all’interno dell’area di rigore del Foggia, palla che carambola poi sui piedi di Bozzi che calcia in porta: Di Stasio, subentrato a Staiano, smanaccia in due tempi. Sale la pressione dei padroni di casa che al 40′ sbloccano la gara: Santoro va via sull’out di sinistra, cross in mezzo svirgolato da Campagna, palla che termina sui piedi di Ficara che da due passi supera Di Stasio. Nel finale di prima frazione occasionissima per il Foggia: punizione di Cittadino, Vicino esce con i pugni, Anelli è lesto a raccogliere la respinta ma di testa manda alto a porta sguarnita.

La ripresa si apre con un doppio brivido per i rossoneri: Bozzi lancia Santoro a rete, ma l’attaccante spreca davanti a Di Stasio, bravissimo nelle due circostanze a respingere e salvare i propri compagni. Il Foggia da parte sua prova a rientrare in partita, ma i murgiani al 75′ trovano il gol della sicurezza in contropiede ancora con Ficara. Nei rossoneri oltre a Gentile e Di Jenno, in campo anche Allegretti ma a più riprese è ancora Di Stasio ad evitare un passivo più pesante. Dopo quattro minuti di recupero sono i padroni di casa a festeggiare per un successo che mancava da oltre un mese e mezzo.

Sconfitta che fa precipitare il Foggia al 3° posto, complice la vittoria di ieri del Sorrento sul campo del Fasano, con il Bitonto che invece mette il turbo e scappa via a +4 sulla prima immediata inseguitrice. Con i tre punti che mancavano ormai dal lontano 24 novembre i gialloblù fanno invece un importante passo verso la salvezza.

Nel prossimo turno di campionato, in programma domenica prossima, satanelli di scena allo “Zaccheria” nell’atteso derby casalingo con l’Audace Cerignola, Gravina che recherà invece visita al Team Altamura per il derby della Murgia.

Ignazio Silvestri – www.foggia.iamcalcio.it

Categoria: La Cronaca