Foggia, mister Stroppa: “Avellino squadra tosta, Agazzi e Zambelli out”

Foggia, mister Stroppa: “Avellino squadra tosta, Agazzi e Zambelli out”

Alla vigilia del match interno tra Foggia e Avellino, in conferenza stampa ha parlato il tecnico dei rossoneri Giovanni Stroppa. Ecco le sue parole, come riportato da Calciofoggia.it:

“La vittoria di sabato scorso è importante perchè era uno scontro diretto ma non era decisivo. Domani abbiamo una partita importantissima e difficile, resa ancor più difficile perchè giocata a porte chiuse. L´Avellino giocherà in 11 comunque, anche se con tante assenze. E´ capitato anche a noi e per me era difficile scegliere e fare una formazione normale e prepararmi dei cambi. Nelle difficoltà viene fuori anche la voglia ed il carattere. Sono una squadra agguerrita e di categoria. Noi dobbiamo dare continuità nelle prestazioni e sono sicuro che la squadra farà un´ottima partita e giocheremo per vincerla. A me giocare contro Palermo e Frosinone o contro l´ultima in classifica mi cambia poco. Purtroppo il risultato è la cosa più importante ed è mancata. Contro il Pescara abbiamo creato 14 occasioni da gol ma non siamo riusciti a finalizzarle. Una partita come quella si deve vincere. Dobbiamo guardare a noi stessi e continuare ad essere cattivi ed incisivi. Vincere domani ci permetterebbe di fare due vittorie consecutive e dare una continuità che questa squadra merita, ed anche noi vorremmo tornare a vincere allo “Zaccheria”. Le porte chiuse sono una difficoltà oggettiva, perchè avere l´atmosfera dello stadio e ti condiziona una giocata in positivo fa parte di quello che stiamo facendo. Dato che qui ce ne sono sempre tra i 10 e i 12 mila, con le curve che ci danno sempre sostegno dal primo all´ultimo minuto, sarà penalizzante. Dobbiamo portare qualsiasi episodio dal nostro lato, a prescindere dal volume azzerato dello stadio. Con Rubin non ho ancora parlato e non abbiamo ancora deciso se rientrerà in lista. Dovremo nuovamente fare a meno di Agazzi e Zambelli, che non recupereranno. Gli altri stanno tutti bene. Greco sta crescendo e sta prendendo condizione. Nelle dinamiche di gioco è importantissimo e spero di non essere costretto a sostituirlo anche domani.

Il mercato è stato ottimo e lo valuto bene. Calabresi sembra che sia con noi da sempre ed è già in condizione di giocare. Duhamel invece nella prima settimana ha fatto fatica, mentre ora sembra essere dentro a pieno. Non è ancora in condizione ideale ma posso tenerlo maggiormente in mente rispetto a sabato scorso. All´andata contro l´Avellino perdemmo senza riuscire a reagire. Ci è servito perchè poi facemmo un primo tempo straordinario col Palermo, ma fu anche uno schiaffo importante che ci fece capire dove fossimo arrivati. Nel calciomercato estivo ero convinto che mettendo 4 o 5 calciatori di esperienza saremmo stati pronti. Potevamo avere almeno tra i 5 ed i 10 punti in più, purtroppo poi col tempo abbiamo perso delle certezze. Se vedete le prestazioni contro il Pescara e l´Entella, sembra che i nuovi si allenino con noi da 2 o 3 mesi. Non è la quantità delle operazioni a stravolgere, perchè sono arrivati giocatori molto funzionali e la squadra ha già un´identità. Questo mercato ha portato dentro gente nei ruoli specifici e con ottima mentalità. Alcune cessioni fanno parte della vita. Ringrazio tutti, ma il calcio funziona così. Fedele è un calciatore di valore e completo per la Serie B, ma forse non sono stato in grado di valorizzare le sue capacità. Avrà più chance a Cesena e sono scelte che possono essere fatte. Il mercato poteva chiudersi anche senza altri innesti, anche perchè la squadra è molto molto completa. Sulla scelta delle porte chiuse non ho ruoli, ma da sportivo e da foggiano mi sento penalizzato. In fase difensiva stiamo sbagliando meno rispetto a quanto fatto in avanti. Con il Pescara abbiamo creato tante occasioni ma non le abbiamo sfruttate. Però solo creandone potremo riuscire a segnare. Credo che la prova con Bousbiba si possa chiudere, perchè non credo possa rimanere qui con noi. Sul mercato avevo detto che dovevamo essere bravi a scegliere uomini e credo che ci siamo riusciti. Questa idea ben precisa credo sia stata rispettata a pieno. Noi saremo all´interno a giocarci questa partita e speriamo che fuori ci sia rispetto massimo”.

Categoria: Intervista
Fonte: www.tuttocalciopuglia.com