Foggia-Perugia 2-1: arriva la prima vittoria casalinga per gli uomini di Stroppa

Foggia-Perugia 2-1: arriva la prima vittoria casalinga per gli uomini di Stroppa

Il Foggia parte subito forte, quando al 3’ sugli sviluppi di un corner Camporese (tutto solo in area) scarica un violento tiro su Rosati: la palla arriva talmente forte che il portiere degli umbri rimane accasciato per poco meno di un minuto. La partita si sblocca al 13’ quando i rossoneri rovesciano un’azione degli ospiti grazie ad un contropiede fulmineo: Gerbo riceve palla da centrocampo sulla corsia di destra, si infila in area, salta un difensore e con un destro potentissimo infila la palla nel sette. Il pubblico è il dodicesimo uomo in campo e spinge il Foggia in maniera entusiasmante. Ed infatti al 28’ i padroni di casa raddoppiano: Vacca recupera palla a centrocampo, serve Mazzeo che sbuca dietro due difensori perugini, salta con un pallonetto Rosati e deposita il pallone nella porta sguarnita. 2-0 per i padroni di casa. La partita si innervosisce al 33’, quando Vacca entra su Colombatto a palla già scaricata. Entrano i sanitari, viene ammonito prima l’autore del fallo, poi Bandinelli e Coletti (rei di aver dato qualche spintone di troppo nella mischia che accerchiava Vacca), mentre nemmeno pochi secondi dopo l’arbitro Di Paolo espelle il tecnico del Perugia Giunti dall’area tecnica. Al 45’ Han viene toccato in area da Coletti e l’arbitro concede il rigore. Dagli undici metri va Di Carmine che con un rasoterra centrale accorcia le distanze: dopo tre minuti di recupero, il primo tempo termina sul 2-1.

Nella ripresa il portiere degli ospiti Rosati (probabilmente non al meglio dopo il problema dei primi minuti) viene sostituito da Nocchi. Al 56’ Beretta sciupa un’occasione d’oro in area, quando non riesce a servire Mazzeo tutto solo davanti al portiere. Al 70’ il Perugia ci prova con Colombatto, che da 30 metri colpisce al volo un pallone spazzato dalla retroguardia rossonera: Guarna è costretto a deviarlo in corner. Ma il Foggia oggi è bravo a ribaltare le azioni: i rossoneri partono in contropiede, Beretta serve Fedato, che solo davanti al portiere non riesce ad agguantare il pallone. Intanto Mazzeo si fa male e chiede il cambio: al suo posto entra Calderini. Al 73’ Di Paolo fischia una punizione nei confronti degli ospiti, che furbamente guadagnano qualche metro: Beretta non ci sta, fa indietreggiare la palla e viene inspiegabilmente ammonito dal direttore di gara, omaggiato dai fischi dello Zaccheria. All’88’ il Foggia ha la possibilità di chiuderla, sempre su contropiede: Calderini viaggia palla al piede da centrocampo, ma arriva in area e non riesce a concludere a rete, trovando un ottimo Nocchi. Di Paolo assegna cinque minuti di recupero e nell’extra-time continua a far infuriare lo Zaccheria a causa degli ennesimi “non fischi” nei confronti dei satanelli. Ma al 95′ arriva il triplice fischio ed il Foggia, per la prima volta nella stagione, vince in casa.

 

IL TABELLINO

Foggia-Perugia 2-1

Reti: 13’ Gerbo (F), 28’ Mazzeo (F), 45+1’ rig. Di Carmine (P)

Foggia (4-3-3): Guarna, Loiacono, Camporese, Coletti, Gerbo, Vacca, Agazzi, Deli (68’ Fedele), Chiricò (57’ Fedato), Mazzeo (72’ Calderini), Beretta. All. Stroppa.

Perugia (4-3-3): Rosati (46’ Nocchi), Zanon, Volta, Monaco, Belmonte, Brighi, Colombatto, Bandinelli, Di Carmine (79’ Terrani), Falco (67’ Cerri), Han. All. Giunti.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano.

Ammoniti: 34’ Vacca (F), 35’ Bandinelli (P), 35’ Coletti (F), 45+2’ Loiacono (F), 60’ Monaco (P), 65’ Agazzi (F), 73’ Beretta (F).

Categoria: Rassegna stampa
Fonte: www.tuttocalciopuglia.com