Foggia, pessimo inizio: a Fasano il primo ko. 1-0, decide Corvino

Foggia, pessimo inizio: a Fasano il primo ko. 1-0, decide Corvino

Inizia malissimo la stagione del Foggia in Serie D. I rossoneri escono sconfitti dal “Vito Curlo” di Fasano per 1-0, grazie alla rete siglata da Corvino ad un quarto d’ora dal termine. Satanelli autori di una brutta prestazione.

CRONACA – Il Foggia si presenta con il 3-5-2 che vede Iadaresta-Russo come coppia d’attacco, Loschiavo e Di Jenno sulle fasce, Campagna-Gemmi-Gentile in mediana e il trio difensivo Salines-Salvi-Cadili davanti a Fumagalli. Risponde il Fasano con il 4-4-2 che vede Corvino e El Kabbou ali offensive, e in attacco la coppia Forbes-Diaz.

La prima occasione è per i padroni di casa e arriva all’11’: Ganci dal limite, carica il destro e impegna severamente Fumagalli bravo a respingere in tuffo. Al 28′ doppia occasione per il Fasano: prima Forbes a tu per tu con Fumagalli si fa ipnotizzare da Fumagalli, poi Bernardini dal limite chiama ancora in causa l’estremo difensore rossonero. La gara è maschia e scarna di occasioni. Per il Foggia solo uno squillo di Loschiavo al 40′ che dai 25 metri non impensierisce un attento Suma. Questa l’ultima delle pochissime emozioni della prima frazione che termina a reti bianche.

Nella ripresa Mancini manda subito in campo Cittadino e Viscomi per Gemmi e Cadili. Al 53′ veementi proteste dei padroni di casa per un gol annullato a Diaz per fuorigioco. Poco più tardi, Gonzalez dal limite a botta sicura spara alto da ottima posizione. Mancini prova a cambiare ancora le carte in tavola viste le poche soluzioni offerte dai suoi in campo e manda dentro Cannas, Kadi e Maccarrone per Salvi, Russo e Loschiavo. Ma i cambi non sortiscono alcun effetto, anzi, al 77′ è il Fasano a passare in vantaggio: Corvino servito perfettamente in profondità, con un tocco delizioso supera Fumagalli. Pochi minuti più tardi Gonzalez sfiora il raddoppio, colpendo la traversa con un bel colpo di testa in area. All’85’ arriva la prima vera occasione per il Foggia: Iadaresta sfonda in area, la palla termina a Visconti che con il mancino da ottima posizione, spara alto. L’arbitro concede 4 minuti di recupero ma i rossoneri non riescono ad impensierire i padroni di casa e l’arbitro decreta la fine delle ostilità.

Dunque inizia con una sconfitta il campionato del Foggia in Serie D. Preoccupante la sterilità offensiva e la mancanza di idee in campo: solo un tiro in porta per tutta la gara per una squadra che parte con ben altre ambizioni.

Francesco Beccia – www.foggia.iamcalcio.it

Foto Calcio Foggia 1920

Categoria: Rassegna stampa