GdM – Il nuovo Foggia ripartirà dal gruppo dei ‘fedelissimi’

GdM – Il nuovo Foggia ripartirà dal gruppo dei ‘fedelissimi’

Un portiere, un difensore centrale, due centrocampisti. Potrebbe ripartire da Fumagalli, Anelli, Gentile e Salvi il Foggia edizione 2020/21, se non ci saranno rivoluzioni societarie e se la gestione della squadra resterà affidata a Ninni Corda, in qualità di direttore tecnico o di allenatore. Quattro probabili riconferme, attorno a cui costruire il nuovo organico sia se dovesse arrivare il ripescaggio in Serie C, sia nel caso di un altro torneo di Serie D da affrontare. Due fedelissimi di Corda ed altri due calciatori di cui il tecnico sardo si fida senza riserve e in cui crede ciecamente.

Ermanno Fumagalli è stato l’indiscusso numero 1 della formazione rossonera nella passata stagione. L’esperto portiere bergamasco, classe ‘82, ha recitato un ruolo da protagonista nel buon campionato disputato dai “Satanelli”, che si sono fermati, ad 8 giornate dalla fine (torneo chiuso in anticipo a causa dell’emergenza coronavirus), al secondo posto ad 1 solo punto di distacco dalla capolista Bitonto. L’estremo difensore ex Piacenza è stato determinante per la squadra di Corda. Le sue parate sono state fondamentali per i rossoneri, sia in Coppa – dove Gentile e compagni sono stati eliminati ai quarti dal Fasano – sia in campionato. Personalità, esperienza, carisma, reattività: Fumagalli si è subito ambientato a Foggia e ha dichiarato di voler continuare la sua avventura in rossonero, sia in caso di Serie D che di ripescaggio in C.Cristian Anelli e Federico Gentile sono i fedelissimi di Corda, avendo già condiviso con il tecnico di Nuoro, insieme, l’esperienza di Como. Classe ‘89, mantovano di Asola, Anelli è in cerca di riscatto dopo le tante partite saltate nella scorsa stagione a causa di squalifiche e infortuni. Gentile, romano, 35 anni, è il capitano e il rigorista del Foggia ed è stato il miglior marcatore dei rossoneri nella passata stagione, con 10 gol, di cui 7 realizzati in campionato e 3 in coppa. Fra gli over più esperti del Foggia, i senatori del gruppo, c’è anche Stefano Salvi, romano, classe ‘87, già al lavoro con Corda in passato (a Como). Schierato sia da difensore centrale che da centrocampista, il mediano ex Lecce vuole rifarsi dopo la tormentata stagione scorsa, in cui è stato costretto a stare a lungo ai box per via di alcuni infortuni muscolari.

Possibili inoltre, restando al pacchetto degli over, anche le riconferme della mezz’ala scuola Juve Gerbaudo e dell’attaccante El Ouazni, mentre appare più incerta la posizione del difensore centrale Viscomi e del centrocampista Cittadino, così come quella ad esempio di Carboni, Cipolletta, Tortori, che potrebbero restare come separarsi dal club rossonero. Stesso discorso per gli altri over in organico. Viscomi è stato uno dei pilastri della difesa foggiana, ma non è scontato che resti: il centrale di Domodossola piace a diverse società sia di Serie C che di Serie D, tra le quali il Cesena e il Taranto. Quanto agli under, uno dei primi obiettivi potrebbe essere la conferma – rinnovando l’accordo col Cagliari – del greco Kourfalidis, classe 2002, che è stato tra i giovani più interessanti dell’ultimo campionato di Serie D.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno – Raffaele Fiorella
Categoria: Rassegna stampa