GDM – Felleca: ‘Ora niente sgambetti al Foggia: noi in serie C al posto del Matelica’

GDM – Felleca: ‘Ora niente sgambetti al Foggia: noi in serie C al posto del Matelica’

Campionato di Serie D ormai in archivio, dichiarato concluso in anticipo dalla Federcalcio, a causa dell’epidemia di coronavirus. A meno di sorprese, sarà promossa in C la prima classificata di ognuno dei 9 gironi, come verrà proposto dal direttivo della Lega dilettanti al prossimo Consiglio federale. Tra le richieste della Lnd, anche una graduatoria a cui fare riferimento per colmare eventuali vuoti nell’organico del torneo 2020/21 di terza serie.

«Siamo pronti per il ripescaggio – ha dichiarato il presidente del Foggia, Roberto Felleca – Mi auguravo che si potesse continuare a giocare, ma in D era impossibile riprendere il torneo, per tante ragioni. Siamo ben messi nell’ottica del salto di categoria. Sono sereno. Spero però, per stare ancora più tranquillo e affinché qualcuno non cerchi alla fine di farci lo sgambetto, che verranno presi in considerazione, nel compilare la graduatoria per i ripescaggi, una serie di aspetti cruciali: siamo la migliore seconda se oltre alla media punti si tiene presente che ci siamo fermati ad una sola lunghezza dalla capolista e che avremmo dovuto affrontare lo scontro diretto in casa, per il primo posto. Le prime sono promosse ma non possono essere considerate vincitrici di un campionato interrotto anticipatamente, per cui non dovrebbero essere concesse deroghe relative agli impianti per chi non ha gli stadi a norma. Inoltre leggo che il Matelica potrebbe rinunciare alla C e in questo caso subentrerebbe al suo posto il Campobasso, secondo nel girone F. Non penso che si possa procedere in questo modo: se una delle promosse rinuncia, va ripescata al suo posto la migliore delle seconde».

In 26 giornate 54 punti. Sedici vittorie e 6 pareggi non sono bastati alla squadra di Corda, almeno per il momento, per accedere nel calcio professionistico. «E’ stato un torneo anomalo, sospeso sul più bello – ha evidenziato Felleca -. Complimenti al Bitonto che si è trovato 1 punto avanti a noi il 1° marzo, quando si è disputata l’ultima giornata. Dispiace per le retrocesse. Quanto a noi sono fiducioso e mi auguro che Figc e Lega dilettanti, oltre al merito sportivo, considerino che abbiamo versato 500mila euro a fondo perduto l’estate scorsa, per partecipare alla D, e che abbiamo stadio, tradizione sportiva e pubblico da categorie superiori. Spero che il buon senso prevalga».

Il futuro è adesso: in attesa dei verdetti che muteranno gli organici dei campionati dalla A alla D, il Foggia dovrà a breve iniziare a pianificare la prossima stagione. «Andremo avanti con convinzione nel progetto impostato ad agosto scorso – ha garantito il presidente rossonero -. Mi sto adoperando per rinforzare la compagine societaria. Ho avuto contatti con Massimo Nicastro, che è stato mio socio a Como. Si è avvicinato inoltre un grosso imprenditore, su cui sto facendo delle analisi per valutarne l’affidabilità. Dobbiamo dare solidità al Foggia per i prossimi anni. Intanto ringrazio tutto il nostro staff di collaboratori per quanto fatto quest’anno: è un gruppo che si è unito alla società nei momenti di difficoltà, ha fatto squadra sempre e continuerà a farlo».

La Gazzetta del Mezzoggiorno

Categoria: Rassegna stampa