GdM – Foggia, Gerbaudo entra nel club

GdM – Foggia, Gerbaudo entra nel club

C’è anche Matteo Gerbaudo tra i calciatori da cui il Foggia vuole ripartire per costruire la squadra edizione 2020/21. Nella scorsa stagione il centrocampista piemontese ha convinto Corda, che lo ha inserito nell’elenco degli “over” attorno a cui assemblare il nuovo organico, assieme a Fumagalli, Anelli, Gentile e Salvi.

«Ho letto che il mister ha parlato bene di me, ci siamo sentiti al telefono e le sue parole non possono che farmi piacere – commenta il mediano torinese, classe ‘95 -. Sono contento, onorato che il Foggia abbia stima di me e spero che questo matrimonio possa proseguire. Fino a pochi giorni fa il club è stato preso soprattutto da questioni societarie, ora mi sembra che la situazione si sia un po’ più rasserenata, perciò credo che la società a breve inizierà concretamente a costruire la nuova squadra. Valuterò con il mio procuratore, insieme al mister e alla società, se la collaborazione potrà proseguire. Me lo auguro di cuore. La stagione scorsa è stata molto importante per me, pur se terminata a marzo scorso a causa del coronavirus. Ho imparato tanto a Foggia, ho capito cosa vuol dire giocare per un club che ha storia, tradizione, gloria».

Scuola Juventus, 25 anni, Gerbaudo si augura di ritrovare quanto meno la Serie C, categoria già frequentata con il Cuneo, il Pordenone, la Carrarese e la Spal. «Il mio obiettivo è giocare, nella prossima stagione, fra i professionisti – afferma Gerbaudo -. Credo di meritarmelo, per quanto ho fatto sul campo, considerando come sono andati gli ultimi due campionati. Ho vinto il torneo di Serie D con l’Avellino, poi l’ho quasi vinto con il Foggia: traguardo sfumato per un solo punto e a causa del Covid. Sto ricevendo delle offerte ma la mia priorità è restare a Foggia, se sarà possibile. Spero di poter ritrovare il professionismo con i “Satanelli”, club che merita ben altri palcoscenici rispetto a quelli che ha calcato nella stagione scorsa». Mentre continua – seppure in tono minore – la disputa tra il presidente Felleca e l’imprenditrice sarda Pintus per il controllo del club, la società dauna confida nel ripescaggio in Serie C e lavora per farsi trovare pronta al salto di categoria. «Credo che le possibilità di approdo del Foggia in terza serie siano notevoli – sostiene il centrocampista ex Vicenza, autore di 3 gol in campionato con i rossoneri e protagonista del successo nel derby casalingo con il Cerignola -. Ci sono società in difficoltà che potrebbero rinunciare alla C, in più va monitorata la vicenda del Bitonto che è sotto inchiesta per presunto illecito sportivo. I presupposti per vedere il Foggia in C, dal prossimo autunno, ci sono, io spero che vada tutto a buon fine. E’ un club che ha avuto grandi campioni e allenatori, tanti bravi centrocampisti nella sua storia, tra cui Gerbo che è piemontese come me, ha lasciato un bel ricordo ed ha da poco conquistato la promozione in A con il Crotone. Spero di poter vestire ancora la maglia rossonera, in Serie C. Sarebbe meraviglioso».

La Gazzetta del Mezzogiorno – Raffaele Fiorella

Categoria: Rassegna stampa