GdM – Il Foggia prepara il ripescaggio in C

GdM – Il Foggia prepara il ripescaggio in C

Iscrivere il club al prossimo campionato di Serie D e poi puntare al ripescaggio in C, mettendo a punto tutto ciò che serve per candidare la società al salto in terza serie. E’ il binario doppio lungo il quale viaggerà il Foggia quest’estate.

Il sodalizio rossonero sta provando a ricompattarsi dopo i contrasti fra i suoi azionisti di maggioranza (il presidente Felleca e l’imprenditrice sarda Pintus) ed ha deliberato nell’ultimo consiglio d’amministrazione il ripianamento delle perdite, la trasformazione del club da società sportiva dilettantistica in società a responsabilità limitata e una previsione di spesa di 800mila euro per affrontare (in caso di ripescaggio) l’inizio della prossima stagione. Quest’anno slitterà di qualche settimana l’iter per i ripescaggi e il via della stagione 2020/21, considerato che i campionati professionistici 2019/20 sono ripresi da poco – dopo il lungo stop imposto dalla pandemia di coronavirus – e termineranno fra luglio ed agosto.

In B la chiusura è prevista il 20 agosto con la finale di ritorno dei play-off, mentre i playout si terranno il 7 e 14 agosto. In Serie C, i play-off si concluderanno il 22 luglio, mentre ieri sono partiti i play-out, che termineranno il 30 giugno. Il Consiglio federale ha confermato, nell’ultima riunione del 25 giugno scorso, che, se occorrerà integrare gli organici dei campionati professionistici, si seguirà la prevista procedura di riammissione e ripescaggio.

La riammissione in C delle retrocesse scatta nel caso in cui, al termine della stagione regolare, o successivamente alla disputa dei play-out, prima della scadenza per presentare la domanda di iscrizione, si verifichi una di queste circostanze: dichiarazione di fallimento di una società partecipante alla Serie C; sanzione, da parte degli organi di giustizia sportiva, che comporti l’esclusione di una società dalla Serie C; sanzione, da parte degli organi di giustizia sportiva, che comporti il collocamento di una società all’ultimo posto in classifica della Serie C; rinuncia da parte di una società a presentare domanda di iscrizione al campionato di Serie C.

Le società che hanno diritto a partecipare al prossimo torneo di C dovranno presentare, entro il 5 agosto, la domanda di ammissione, versando la tassa di iscrizione e depositando la garanzia fideiussoria (bancaria o assicurativa) dell’importo di 350mila euro. Il club che retrocederà in C perdendo i play-out della B avrà tempo fino al 18 agosto per iscriversi in terza serie. Il Consiglio federale si pronuncerà su ammissioni ed esclusioni, in via definitiva, a fine agosto (il 20 e il 27), ed in caso di posti liberi nell’organico della Lega Pro si dovrà procedere con i ripescaggi, in merito ai quali fra non molto la Figc renderà noti criteri, requisiti richiesti e scadenze. Nella graduatoria della Lega nazionale dilettanti sulle seconde in classifica della Serie D (non ancora ufficializzata), il Foggia dovrebbe essere collocato in terza posizione (per media-punti) alle spalle dell’Ostiamare e del Savoia.

Categoria: Rassegna stampa