GdM – Foggia, perfezionata l’iscrizione ma il pensiero è al ripescaggio in C

GdM – Foggia, perfezionata l’iscrizione ma il pensiero è al ripescaggio in C

Centosessantatré società – fra le avanti diritto – hanno presentato domanda di ammissione al campionato nazionale di calcio 2020/21 di Serie D. Tra queste c’è anche il Foggia, in bilico fra la quarta serie e la Lega Pro. Il club rossonero ha depositato la richiesta di partecipazione alla Serie D ma spera di avere accesso, fra qualche settimana, al torneo di C, attraverso il ripescaggio o tramite l’ammissione diretta, se l’inchiesta federale sulla presunta combine in Picerno-Bitonto del 2019 avrà conseguenze pesanti per il sodalizio barese. Bitonto promosso d’ufficio in C a giugno scorso in virtù del primo posto in classifica (+1 sul Foggia) che i neroverdi occupavano ad inizio marzo, quando è stato sospeso il campionato 2019/20 di Serie D a causa della pandemia di coronavirus.

Il termine per presentare la richiesta di iscrizione in D è scaduto venerdì scorso, alle 18. «Non hanno avanzato richiesta le società San Marino e Vigor Carpaneto – informa, in una nota, la Lnd -. Tutte le documentazioni saranno esaminate dalla Co.Vi.So.D., che, entro il 28 luglio prossimo, comunicherà alle società l’esito dell’istruttoria inviandone copia, per conoscenza, alla Lega Nazionale Dilettanti e al Dipartimento Interregionale. La domanda s’intenderà accolta a seguito di esito positivo da parte della Co.Vi.So.D. mentre, in caso contrario, le società potranno presentare ricorso avverso l’istruttoria negativa entro il 31 luglio alle ore 17. La Co.Vi.So.D. esprimerà, entro il 4 agosto, parere motivato sui ricorsi proposti nella prossima riunione della Lega Nazionale Dilettanti. La decisione sull’ammissione al campionato verrà assunta dal Consiglio direttivo della Lnd, il quale potrà escludere anche quelle società che, a seguito di accertamento, si siano rese responsabili della presentazione di documentazione amministrativa mendace».

L’iscrizione in D rappresenta per il Foggia un passaggio necessario, propedeutico per poter concorrere quest’estate al ritorno in Lega Pro. Fra 10 giorni, il 4 agosto, il Consiglio federale si riunirà per stabilire una serie di provvedimenti e regole in vista della stagione 2020/21. Tra gli argomenti all’ordine del giorno la procedura e i criteri di riammissione al campionato di Serie C (per le retrocesse in D), le norme per l’integrazione delle eventuali vacanze d’organico nei campionati professionistici e il regolamento della Lega nazionale dilettanti per i ripescaggi in Lega Pro. Le società che hanno diritto a partecipare al prossimo campionato di Serie C dovranno presentare la domanda di ammissione entro il 5 agosto. Con alcune eccezioni. La Juventus avrà tempo fino al 12 agosto per iscrivere al torneo la sua seconda squadra (under 23).

Prorogata inoltre nelle ultime ore, al 24 agosto, la scadenza per le retrocesse dalla B alla C, che avranno dunque a disposizione qualche settimana in più per presentare le certificazioni e le garanzie economiche richieste.

La Gazzetta del Mezzogiorno – Raffaele Fiorella

Categoria: Rassegna stampa