Inter, tra problemi alla schiena e palle perse: Lukaku non è ancora Icardi

Inter, tra problemi alla schiena e palle perse: Lukaku non è ancora Icardi

Il Corriere dello Sport oggi in edicola evidenzia le differenze, piuttosto marcate, di rendimento tra Romelu Lukaku e Mauro Icardi, un paragone scomodo che è destinato a essere fatto per tutta la stagione quando si parla delle prestazione del nuovo centravanti dell’Inter. Ai tre gol segnati in Serie A (ne hanno realizzati tre anche Kolarov e Gosens) fanno da contraltare le prestazioni non convincenti messe in campo contro Udinese e Milan, ma soprattutto i tantissimi palloni (90) che evidenziano tutti i limiti di un centravanti che sembra avere difficoltà ad uscire dal copione, diventando prevedibile e facilmente controllabile dalle difese avversarie. Il quotidiano romano fa notare come con i 75 milioni spesi per lui in estate si comprino solitamente giocatori in grado di cambiare faccia alla squadra, compito che al belga non è ancora riuscito. Qualche problema fisico di troppo, oggi la schiena, ieri il quadricipite, hanno condizionato il suo rendimento, mentre a Parigi l’ex numero 9 nerazzurro si è preso rapidamente la considerazione di piazza e allenatore. Cinque tiri nello specchio e due gol, poche palle perse, tanta precisione e la decisività che lo aveva contraddistinto anche a Milano. Già a segno sia in Champions che in Ligue 1, il nuovo infortunio a Neymar rende ancor più importante il suo approdo a Parigi, che se n’è già innamorata.

Categoria: Serie A
Fonte: tuttomercatoweb.com