Italia, Conte: “Lavoriamo bene, chi merita gioca”

Italia, Conte: “Lavoriamo bene, chi merita gioca”

Il ct dopo il successo in Norvegia: “Contento della disponibilità dei ragazzi, c’erano sette nuovi rispetto all’Uruguay”.

E’ un Antonio Conte molto soddisfatto quello che commenta il convincente successo della sua giovane Italia sul campo della Norvegia verso Euro 2016. “Siamo stati bravi, non sarà facile per nessuno vincere in Norvegia – le parole a caldo del ct azzurro – . Sono contento della disponibilità data da tutti, in campo c’erano sette giocatori nuovi rispetto alla gara con l’Uruguay: il messaggio è questo: chi merita gioca”.

Conte commenta così la sfida, per larghi tratti dominata dall’Italia: “Non era semplice, non vincevamo in Norvegia da tantissimo tempo e sono sempre partite particolari. Ieri ho detto che ero sereno, in nove giorni con questi ragazzi sono riuscito a lavorare bene. Abbiamo avuto poche difficoltà – prosegue il ct -, non ricordo parate di Buffon mentre noi eravamo sempre pericolosi. Bisogna migliorare dal punto di vista del possesso palla, ma siamo stati bravi. Ci sono per forza dei margini di crescita, stiamo lavorando assieme solo da nove giorni”. Una battuta sull’abbraccio con capitan Buffon a fine gara: “Diciamo che ho liberato la tensione”. Non è mancata una frecciata a chi non c’era, leggi Mario Balotelli. “La mia Italia ha fame, non fama: non ho bisogno di gente famosa, ma di calciatori che alzino la terra e facciano rizollare il campo, come si dice in gergo calcistico”, il suo credo ribadito a forza.

ZAZA: “SETTIMANA DA SOGNO”

“Ho vissuto una settimana da sogno, il mio obiettivo è rimanere in questa squadra e continuare a fare bene”. Simone Zaza commenta così il suo primo gol azzurro. “Era una partita diversa rispetto a quella di Bari – ha aggiunto – dal lato tecnico erano più forti gli olandesi. Il Mondiale? E’ passato, e non mi va di parlare del passato, c’erano tanti attaccanti affermati. Conte? E’ faticoso fare l’attaccante per lui, ma se si vuole fare bene bisogna correre”. Zaza rivela anche di essersi emozionato dopo il gol, il suo primo in azzurro: “Io non sono uno che si emoziona, quando ho segnato però mi sono reso conto di quello che avevo fatto e sì, allora mi sono emozionato”.

BONUCCI: “CONTE E’ SEMPRE LO STESSO”

“Conte? E’ sempre lo stesso, non è cambiato per niente pretende il 110 per cento da tutti e credo questa sia la strada giusta per costruire qualcosa di grande”. Parola di Leonardo Bonucci, che commenta anche il suo gol: “Per me è un momento fortunato, ma sono anche mosse studiate, provare e riprovate in allenamento. Zaza? E’ un ragazzo giovane, non carichiamolo troppo. Ha tantissime qualità, ha tecnica, fisico, ha davanti a sé un futuro roseo”.

DE ROSSI: “SPERO NON VENGANO TUTTI I CONSIGLIERI…”

“Lotito? Io preferisco avere meno gente possibile attorno: mi hanno spiegato che è qui perché è consigliere federale, visto che ce ne sono 21 speriamo non vengano tutti…”. Così Daniele De Rossi ha parlato della polemica sul presenzialismo del presidente della Lazio attorno alla Nazionale. “Cerchiamo di parlare il meno possibile – ha detto il romanista – . Se uno ha un fastidio personale, non vuol dire che sia di tutto il gruppo”.

CASTELLACCI: “SOLO UN COLPO PER IMMOBILE”

Il medico dell’Italia, Enrico Castellacci, ha rassicurato sulle condizioni di Ciro Immobile, uscito in barella nel finale di gara. “Immobile ha avuto un forte trauma contusivo all’anca e, per questo motivo, all’inizio si era bloccata l’articolazione. Sta già nettamente meglio e non sono preoccupato. Possiamo rassicurare il Borussia Dortmund”, ha detto. Su Zaza: “Simone ha avuto una forte escoriazione, ma sono tutte le cose a cui si può porre rimedio in poco tempo”.

Categoria: Serie A
Fonte: www.tgcom24.mediaset.it