La Serie A che sarà

La Serie A che sarà

Neppure il tempo di far terminare il campionato che già molti addetti ai lavori iniziano ad immaginare la Serie A del prossimo anno. Davanti a tutti ovviamente ci sarà ancora una volta la Juventus che molto probabilmente confermerà Massimiliano Allegri in panchina per provare a fare 8 scudetti consecutivi in Italia e per lanciare l’assalto alla Champions League sfuggita per ben due volte davvero di un soffio negli ultimi anni.

Neppure il tempo di far terminare il campionato che già molti addetti ai lavori iniziano ad immaginare la Serie A del prossimo anno. Davanti a tutti ovviamente ci sarà ancora una volta la Juventus che molto probabilmente confermerà Massimiliano Allegri in panchina per provare a fare 8 scudetti consecutivi in Italia e per lanciare l’assalto alla Champions League sfuggita per ben due volte davvero di un soffio negli ultimi anni.

E nella griglia di partenza di fianco ai bianconeri chi ci sarà? Sicuramente il Napoli se confermerà Maurizio Sarri e i pezzi pregiati della rosa. Se invece dopo tre anni il connubio tra ADL ed il tecnico “tosco-napoletano” si interromperà, i partenopei saranno una vera e propria nebulosa scommessa, magari da fare con un Bonus Benvenuto Sport.

Si va dai nomi altisonanti di Antonio Conte e Carlo Ancelotti come potenziali successori di Sarri al ben più modesto, sul piano dell’appeal sia chiaro, di Marco Giampaolo, attuale tecnico della Sampdoria. Da molti giocatori azzurri (Hamsik, Albiol, Koulibaly) sono arrivati accorati appelli a Sarri di restare e tentare nuovamente l’impresa sfiorata quest’anno. Probabilmente entro pochi giorni si saprà se la carriera del tecnico continuerà o meno in azzurro.

Dopo Juve e Napoli non si può che citare la Roma che quest’anno ha fatto sognare non solo i tifosi giallorossi per una Champions League davvero fantastica e con una finale sfiorata. In campionato non si è trovata la giusta continuità ma Eusebio Di Francesco, confermatissmo, ha dimostrato sin dalla sua prima stagione di essere davvero pronto ai massimi scenari del calcio internazionale e l’anno prossimo se il mercato sarà all’altezza la Roma potrà sicuramente essere in grado di giocarsela per il tricolore.

E poi ci sono le milanesi. In casa Inter come ogni anno in questo periodo va in scena puntuale come un orologio svizzro il “caso Icardi”. Tutte le estati i tifosi nerazzurri devono sorbirsi le voci di una possibile partenza del bomber. Di sicuro invece dietro la squadra ha già preso un importantissimo rinforzo come Stefan de Vrij dalla Lazio e si dà per certo anche l’arrivo di Asamoah dalla Juventus. Insomma, giocatori già ampiamente rodati in Serie A e che sembrano adattissimi a far fare quel salto di qualità necessario alla squadra per tornare ai vertici della classifica con un occhio comunque al fair play finanziario.

Quest’ultimo aspetto riguarda anche il Milan che deve risolvere quanto prima la scottante questione Gigio Donnarumma. Dopo la Coppa Italia, il rapporto tra il portiere e la tifoseria è davvero ai minimi storici e questa volta sembra proprio che il giovane talento possa davvero lasciare Milanello anche perché i rossoneri hanno già ingaggiato a parametro zero l’oramai ex portiere partenopeo Pepe Reina.

Occhio poi alla Lazio che si augura di poter trattenere Simone Inzaghi in panchina e al Torino che ha preso Walter Mazzarri nel corso di questo campionato per cominciare a costruire in anticipo il Toro della prossima stagione di Serie A che sicuramente sarà nuovamente da non perdere per tutti i tifosi del calcio e non soltanto per quelli italiani.

 

Categoria: Serie A