Lecce croce e delizia, con l’Ascoli per la svolta

Lecce croce e delizia, con l’Ascoli per la svolta

Un potenziale offensivo non indifferente in grado di poter fare male a chiunque, allo stesso tempo una fragilità mentale e un equilibrio da registrare che non ha permesso al Lecce di poter partire col botto in questo primo scorcio di campionato cadetto.

Due le possibili chiavi di lettura, una visione più ottimistica, e’ solo questione di tempo, l’impatto alla nuova categoria, i nuovi meccanismi da oleare, tutta questione di tempo per una squadra destinata a ruoli da vertice, oppure una visione decisivamente meno ottimistica, dei blackout troppo evidenti per poter far finta di nulla e da limitare, altrimenti rischierebbero di diventare un difetto nel corso del campionato. Come sempre probabilmente la verità sta nel mezzo, per il resto e per spazzar via i dubbi servirà far bene con l’Ascoli, formazione arcigna, soprattutto tra le mura amiche, Liverani però merita tutta ma proprio tutta la fiducia, non c’è due senza tre, due miracoli compiuti tra Terni e Lecce ed ora? Sognare non costa nulla…

Categoria: Serie B
Fonte: www.tuttob.com