Lega Pro Girone C: il programma della quattordicesima giornata

Lega Pro Girone C: il programma della quattordicesima giornata

L’equilibrio, fattore che sta caratterizzando questo inizio di stagione, ci sta regalando un campionato emozionante in ogni sua partita dove il pronostico è sempre pronto ad essere sovvertito. Ne sa qualcosa il Benevento che nello scorso week-end ha rischiato di perdere l’imbattibilità con la Paganese ed in questo quattordicesimo turno darà vita al big match di giornata. Al “Vigorito” arriva il Lecce, scottato dal pareggio subito in pieno recupero con il Catanzaro. Prima di arrivare al piatto forte della giornata però c’è l’aperitivo del venerdì con il match tra Catanzaro e Barletta; al sabato il menù comprende 4 partite, tra cui spiccano i due derby campani dove sono impegnate le dirette inseguitrici dei sanniti: la Salernitana riceve all’Arechi la Paganese; la Juve Stabia invece è attesa dalla trasferta di Aversa. La domenica poi, oltre al già citato scontro a forti tinte giallorosse, ha in programma il match della Casertana (quinta forza del torneo) attesa dalla trasferta di Melfi; la Vigor Lamezia cerca riscatto e riceverà la Lupa Roma. Importante il match tra Matera e Foggia con vista ai play-off e si chiude il ricco e variegato menù con l’appuntamento tra Martina Franca e Messina.

Catanzaro-Barletta. Ritornare alla vittoria. E’ questo il compito che spetta al nuovo mister dei calabresi Stefano Sanderra al ritorno in panchina dopo la sfortunata parentesi alla guida della Salernitana. La vittoria per i calabresi manca da quattro partite (nona giornata 2-1 sull’Ischia) poi il lento declino che ha portato all’esonero di Moriero. Ad inagurare la nuova vita calcistica dell’ex tecnico del Latina sarà il Barletta. I pugliesi, reduci dallo zero a zero con il Melfi, hanno bisogno di punti per allontanarsi dalle zone critiche della classifica (play-out lontani solo due punti). Gli uomini di Sesia lontano dal “Puttilli” fin qui hanno raccolto solo due punti, l’imperativo sarà quello di iniziare a far punti lontano dalle mura amiche. In campo ci saranno diversi ex da una parte e dall’altra: uno su tutti è proprio Sanderra che ha guidato i pugliesi alla salvezza nella stagione 2008-2009; altro ex biancorosso è il centrocampista Quadri che ha vestito la maglia giallorossa nel biennio 2011-2013. Su sponda giallorossa invece il mediano Ilari ha vestito la maglia biancorossa nello scorso campionato. Nelle fila del Catanzaro mancherà il salernitano Maiorano per squalifica. (venerdì 20:45 Arbitro: Sig. Lacagnina di Caltanissetta)

Ischia-Reggina. Sarà la partita degli esordi in panchina. Si affrontano due squadre alla ricerca disperata di punti ed entrambe per farlo hanno deciso di cambiare guida tecnica: i campani dopo sei sconfitte consecutive hanno esonerato Porta e affidato la guida tecnica della squadra ad Agenore Maurizi ex allenatore tra le altre di Paganese e Treviso. I calabresi invece dopo le dimissioni di Cozza arrivate dopo la sconfitta con la Salernitana, hanno affidato l’incarico al vice dello stesso Cozza, Giuseppe Padovano che essendo però sprovvisto di patentino per allenare in Lega Pro sarà affiancato dall’allenatore delle giovanili amaranto Pierantonio Tortelli. Passando al dato tecnico, è sicuramente un vero e proprio spareggio salvezza. Le due compagini, divise da un solo punto, vivono un momento molto delicato e la vittoria per entrambe sarebbe la spinta di speranza per uscire al più presto da questa brutta situazione di classifica. Entrambe dovranno fare a meno di alcuni giocatori: tra le file campane mancheranno per squalifica il difensore Rainone e il centrocampista Iannascoli; la Reggina invece non avrà a disposizione il centrocampista Rizzo, appiedato dal giudice sportivo per due turni dopo l’espulsione rimediata con la Salernitana per comportamento offensivo verso l’arbitro. (sabato ore 14:00 Arbitro: Sig. Giovani di Grosseto)

Savoia-Cosenza. Per chiamare a raccolta i tifosi in un momento di grande difficoltà, la società oplontina ha deciso di proporre prezzi popolari per l’importantissimo match con il Cosenza. I tre punti sono d’obbligo per i torresi, dato che la vittoria manca da due mesi e la panchina di Ugolotti traballa terribilmente. L’ex della Casertana dal suo avvento in panchina ha portato a casa un solo punto (1-1 a Catanzaro) in tre partite. Il Cosenza invece è tornato a respirare profumo di vittoria nella scorsa giornata con un sonoro tre a zero rifilato alla Vigor Lamezia. La cura Roselli sta portando i primi frutti e i lupi ora non vogliono fermarsi e allontanarsi ancor di più dalla zona play-out, distante un solo punto. L’ultimo incontro tra le due formazioni risale alla stagione 2012-2013 in Serie D: sia al “San Vito” che al “Giraud” i lupi sbranarono i bianchi con il risultato complessivo di nove a tre (4-2 in Calabria e 1-5 in Campania). (sabato ore 14:30 Arbitro: Sig. Mantelli di Brescia)

Aversa Normanna-Juve Stabia. Secondo dei quattro derby per la Juve Stabia in un mese. Le vespe arrivano a questa trasferta con la voglia di riscattare il mezzo passo falso con il Foggia. I gialloblù sono in serie positiva da dodici partite e vogliono riprendere la strada della vittoria per riavvicinarsi alla vetta e sfruttare anche l’incrocio tra Benevento e Lecce. L’Aversa, fanalino di coda, nelle ultime partite ha dato segnali di ripresa e si preannuncia ben più ostico di quanto dica la classifica. Sia Marra che Pancaro dovranno rivedere il proprio undici titolare viste alcune assenze per squalifica. I casertani devono fare a meno del centrocampista Papa, i gialloblù invece devono rinunciare ai centrocampisti Gammone, appiedato per due turni dal giudice sportivo dopo l’espulsione rimediata contro il Foggia per aver commesso un atto violento verso un avversario, e La Camera per una sola giornata. Pancaro può sorridere invece per il ritorno di Cancellotti in difesa dopo l’assenza costata carissima con il Foggia. (sabato ore 17:00 Arbitro: Sig. Balice di Termoli).

Melfi-Casertana. Nel lunch match la Casertana va alla ricerca di punti pesanti per rilanciarsi in zona play-off. Dopo l’importante vittoria in rimonta con il Martina i falchetti vogliono ritoccare la casella delle vittorie fuori casa per restare attaccata al treno delle prime della classe. Il Melfi di Bitetto, dal canto suo, è alla caccia di punti per staccare la zona rossa il più possibile. Si affrontano due squadre che possono vantare buoni numeri: da una parte i gialloverdi sono la terza miglior difesa del torneo con undici gol subiti, i falchetti invece hanno sin qui il miglior attacco del campionato con 21 gol all’attivo. Per scardinare la difesa lucana Gregucci si affiderà come sempre alla premiata ditta Cissè – Diakitè – Bianco che con quattro gol a testa sono i tre migliori marcatori della squadra rossoblù. L’ultimo precedente in terra lucana risale allo scorso campionato di Seconda Divisione: allora terminò uno a zero per i falchetti con il gol siglato da Cucciniello. (domenica ore 12:30 Arbitro: Sig. Serra di Torino)

Vigor Lamezia-Lupa Roma. Ripartire dopo il brutto ko subito nel derby con il Cosenza. Questo è l’obiettivo dei lametini che al “D’Ippolito” ricevono la matricola terribile Lupa Roma, tornata alla vittoria nello scorso turno con l’Ischia. Chi vince si rilancia nella corsa ai play-off, anche se l’obiettivo primario di entrambe è sempre la salvezza. Gli Erra boys tra le mura amiche sono quasi invicibili, 4 sono le vittorie su 6 partite disputate al “D’Ippolito” (fin qui solo la Salernitana lo ha violato e il Foggia ha portato via un pareggio). I capitolini invece lontano dal “Ricci” in sei partite hanno raccolto cinque punti (vittoria con il Cosenza e pareggi con Reggina e Messina). Il pronostico è tutto dalla parte dei padroni di casa ma la zampata della Lupa può essere sempre dietro l’angolo. Uno squalificato per parte: nei padroni di casa mancherà il difensore Malerba, per i laziali invece il difensore Cascone. (domenica ore 14:30 Arbitro: Sig. Di Ruberto di Nocera Inferiore)

Benevento-Lecce. E’ il match clou di questa giornata. Si affrontano due delle contendenti al salto di categoria, due squadre in salute che però sono reduci da un pareggio. Gli stregoni, unici ancora imbattuti, hanno rimontato per due volte con la Paganese, i salentini invece si sono fatti rimontare il doppio vantaggio dal Catanzaro. Sin qui tra le mura amiche i campani hanno conquistato quattordici dei ventinove punti in classifica, i salentini invece lontano dal “Via Del mare” hanno ottenuto solo nove punti frutti di due vittorie e tre pareggi. Mister Brini dovrà letteralmente inventare il centrocampo visto l’ennesimo forfait di questa stagione: dopo Doninelli anche De Falco dovrà stare fuori per tutta la stagione. Mancherà inoltre il difensore Celjak che ha pagato a caro prezzo (2 turni di squalifica) la testata rifilata ad un giocatore della Paganese. Lerda si affiderà ancora una volta a bomber Moscardelli. (domenica ore 14:30 Arbitro: Sig. Baroni di Firenze)

Foggia Matera. Match fondamentale in chiave play-off: chi vince si lancia all’inseguimento delle prime della classe. Hanno disputato sin qui un campionato al di sopra delle aspettative sia pugliesi che lucani. I satanelli hanno iniziato un po’ in sordina ma nell’ultimo periodo si sta vedendo tutto il lavoro svolto dall’esordiente mister De Zerbi. I rossoneri sono reduci da nove risultati utili consecutivi (4 vittorie e 5 pareggi), l’ultima sconfitta risale alla quarta giornata con la capolista Benevento. I lucani – reduci dal successo con il Savoia – pure stanno disputando una buona stagione nonostante nelle ultime partite sia arrivata qualche sconfitta di troppo. Questa sarà sicuramente partita speciale per Tommaso Coletti, attuale centrocampista del Matera, che ha vestito la maglia rossonera nella stagione 2011-2012. Mister De Zerbi – che sarà squalificato – non potrà contare sul portiere Narciso appiedato per un turno dal giudice sportivo dopo l’espulsione rimediata con la Juve Stabia. L’ultimo precedente tra le due squadre risale alla stagione 2012-2013 quando i lucani si imposero per tre reti ad una nella finale play-off di serie D. (domenica ore 16:00 Arbitro: Sig. Cifelli di Campobasso)

Martina Franca – Messina. Partita delicata per entrambe le squadre. Da una parte i padroni di casa che vengono dalla sconfitta di Caserta, dall’altra il Messina reduce dal pareggio contro il fanalino di coda. Per il Martina la vittoria manca da tre giornate (1-2 al Savoia) per i peloritani invece l’appuntamento con i tre punti manca da un mese, l’ultima vittoria risale alla nona giornata uno a zero con la Vigor Lamezia. Mister Ciullo dovrebbe optare per l’undici tipo con Arcidiacono a supporto di Montalto, Grassadonia deve fare ancora a meno dei difensori Marin ed Enrico Pepe mentre è perfettamente recuperato il difensore Altobello. Nella scorsa stagione il Messina uscì sconfitto dal “Tursi” con il risultato di due a uno: Corona illuse i suoi poi prima Gai poi Rocchi ribaltarono la situazione. (domenica ore 18:00 Arbitro: Sig. Maggioni di Lecco)

Categoria: Prossimo turno
Fonte: www.solosalerno.it