Lega Pro, la Top 11 del girone C

Lega Pro, la Top 11 del girone C

 

Girone strano quello meridionale della Lega Pro: l’unica squadra che ha vinto tre partite su tre, il Catania, si trova ultima in classifica a zero punti: senza penalizzazione sarebbe a punteggio pieno a quota 9, ma il fatto che gli etnei siano già riusciti a fare 9 punti testimonia che giocano da capolista; non è più a punteggio pieno invece l’Ischia, che ha perso 4-2 proprio sul campo dei catanesi. Le squadre che occupano effettivamente il primo posto nel gruppo C sono invece tre campane, e sono la Paganese, il Benevento e la Casertana, tutte a 8 punti, ma quella che ha avuto la possibilità di isolarsi è stata la compagine di Romaniello, che ha sprecato un rigore contro il Matera; i sanniti di Auteri hanno invece vinto ad Andria e gli azzurrostellati hanno colto un punto d’oro sul campo della Juve Stabia. Primo successo in campionato per il Monopoli, che ha battuto 3-2 a Rieti la Lupa Castelli Romani, e primo successo dell’Akragas a Erice, contro un Catanzaro che soffre per il problema del gol. La Sicilia ride davvero, perché anche il Messina ha vinto, 2-0 sul Cosenza, e mantiene la propria imbattibilità. Si risolleva il Foggia che ha superato il Melfi giocando in casa, mentre il Lecce non va oltre il pareggio a Martina Franca pur meritando di più.

Sono stati 21 i gol segnati nella quarta giornata, 4 le espulsioni, e due sono i giocatori ad aver segnato una doppietta, sono Salvatore Cocuzza del Messina e Matteo Di Piazza dell’Akragas, due siciliani.

Questa la formazione della settimana nel girone C secondo TuttoLegaPro.com:

PORTIERE

Sergio Viotti (Martina): incassa un gol per un errore di un suo difensore, ma fino a quel momento aveva giocato bene. Almeno tre parate decisive.

DIFENSORI

Angelo (squadra): attacca meglio che in altre circostanze, aiutato in questo dall’atteggiamento attendistico del Melfi, e serve l’assist per il gol di Iemmello.

Antonio Bocchetti (Paganese): risulta essere il migliore della propria difesa, al di là del fatto che serve l’assist a Gurma che pareggia.

Marco Migliorini (Juve Stabia): tra i centrali stabiesi è quello che riesce a reggere meglio il confronto con gli attaccanti paganesi, e segna anche il gol del vantaggio come un attaccante. Meritevole delle attenzioni di club di serie superiore.

Francesco Colantoni (Lupa Castelli Romani): il terzino si inserisce molto in profondità sulla sinistra, dove ci sono molti spazi, e segna un gol molto bello al Monopoli, anche se poi non servirà a molto.

CENTROCAMPISTI

Amato Ciciretti (Benevento): schierato da Auteri nel ruolo di attaccante esterno, quindi piuttosto avanzato, porta palla da solo in area andriese e segna il gol che consente ai giallorossi di essere tra i primi in classifica.

Nicolas Izzillo (Ischia): in uno stadio che per la Lega Pro costituisce una sorta di tempio, il Massimino di Catania, segna un gran gol che vale il pareggio momentaneo per i campani.

ATTACCANTI

Andrea Russotto (Catania): i rossoazzurri, schierati a trazione tutta offensiva, con tre punte più un mediano che veniva da dietro, sono stati più pericolosi contro l’Ischia. Alcune delle migliori azioni passano dai suoi piedi.

Matteo Di Piazza (Akragas): la sua squadra è molto più cinica del Catanzaro, che spreca tanto. L’ex attaccante del Savoia invece non spreca, anzi, firma i due gol che determinano il primo successo in campo degli agrigentini.

Pietro Iemmello (Foggia): i satanelli portano a casa il successo con una sua rete, al termine di un’azione velocissima. È l’uomo in più della propria squadra

Salvatore Cocuzza (Messina): la capacità di segnare di questo attaccante è risaputa, e lui la conferma contro una squadra che era nota per essere molto solida in difesa. Serviva la sua classe sotto porta.

ALLENATORE

Giuseppe Pancaro (Catania): ha tra le mani un’ottima rosa e volta per volta indovina le scelte. 9 punti in 3 partite sono numeri da capolista, ma i rossoazzurri hanno potuto solo azzerare la penalizzazione.

 

Fonte: www.tuttolegapro.com