Lippi avverte la Juventus: “L’Ajax può infastidire qualsiasi club al mondo”

Lippi avverte la Juventus: “L’Ajax può infastidire qualsiasi club al mondo”

Marcello Lippi, ultimo allenatore che ha vinto la Champions sulla panchina della Juventus nonché ct azzurro campione del mondo nel 2006, ha parlato nel corso di “Radio Anch’Io Sport” su Radio Rai Uno: “E’ un campionato dove si è verificato un distacco enorme a due mesi dalla fine del campionato e non c’era mai stato. Le altre squadre hanno iniziato giustamente a pensare ad altre cose, come il Napoli che sta pensando all’Arsenal. E’ normale che vengano fatte scelte di formazione che puntino ad avere i giocatori al top per l’Europa. Non fa bene allo spettacolo, ma è così come accade in Francia col PSG per esempio. I campionati combattuti sono pochi, come quello inglese e tedesco. Anche il Barcellona ha tanti punti sulla seconda. E’ abbastanza frequente. Con le grandi potenze non c’è niente da fare. Le grandi potenze economiche e non solo. Anche la grande qualità degli uomini che gestiscono le società. Ajax-Juventus? C’è una casualità che ricorre: nel ’97, prima di andare a giocare ad Amsterdam vincemmo di sabato contro il Milan per poi battere gli olandesi di martedì. Un ricorso rispetto ai giorni attuali che potrebbe essere di buon auspicio. Il rischio che qualcuno possa pensare che pescare l’Ajax sia stata una fortuna. Non c’è mai fortuna nei sorteggi a questi livelli, è un impegno difficile. Questa squadra gioca in un modo che può infastidire qualsiasi club al mondo. Ha fatto quattro gol a Madrid: sarà un impegno molto duro. Allegri? Non credo che andrà via, perché i rapporti con la società sono ottimi. Io penso che il tecnico bianconero andrà via solo quando tutti si renderanno conto che il ciclo è veramente finito. E non è questo il caso”.

Categoria: Serie A
Fonte: tuttomercatoweb.com