L’opinione: orgoglio e spettacolo allo ‘Zac’

L’opinione: orgoglio e spettacolo allo ‘Zac’

De Zerbi chiedeva impegno in una gara da onorare, nonostante l’obiettivo quasi sfumato, ed è stato accontentato. Contro la fanalina di coda Reggina, lo spettacolo non è mancato e in una gara ricca di capovolgimenti di fronte, i rossoneri hanno avuto ragione degli amaranto.

Neanche il tempo di battere il calcio d’inizio e Iemmello si ritrova sul tabellino dei marcatori quando il cronometro segna appena 28 secondi. La gara sembrerebbe essere in discesa, ma Armellino al quarto con un eurogol strappa gli applausi dello “Zaccheria” e riporta in equilibrio il match.

Il Foggia accusa il colpo e gli attaccanti calabresi mettono a dura prova la retroguardia rossonera. Nella ripresa le emozioni non si fanno attendere e Viola firma il sorpasso amaranto.

La squadra di De Zerbi non riesce a trovare il bandolo della matassa e rischia il tracollo a più riprese, evitato da un attento Narciso. Superato il momento di difficoltà, il Foggia torna ad imporre il suo gioco e i tentativi rossoneri vengono premiati con la prima marcatura in maglia rossonera di Minotti. Raggiunto il pareggio, i rossoneri non sembrano sazi e a tempo scaduto Iemmello regala il successo ai suoi, siglando la sua sedicesima marcatura stagionale.

Il tecnico bresciano dopo la sconfitta in terra salentina, aveva chiesto ai suoi di onorare le ultime gare del campionato e sabato è stato accontentato. Le lacune difensive, con la coppia centrale di riserva costituita da Loiacono e D’Angelo, sono state evidenti, così come in evidenza si sono messi i reparti offensivi delle due squadre. A trovare giovamento è stato lo spettacolo in una gara in cui le motivazioni erano ridotte al lumicino.

Domenica prossima penultimo atto di questa regular season, i rossoneri hanno un derby da riscattare e al “Puttilli” di Barletta si assisterà a tutto, fuorché ad un match di fine campionato tra due squadre che non hanno più nulla da chiedere alla classifica.

Categoria: Opinione