Am’arrcord: i cugini Fuentes

Am’arrcord: i cugini Fuentes

Nuova puntata di Am’arrcord su Foggiacalciomania in chiave “Halloween” visto che vogliamo riportare alla vostra memoria la storia di due “entità astratte” che dovevano essere secondo l’allora presidente Giorgio Chinaglia, sinonimo di rinascita per il calcio foggiano dopo l’amara doppia retrocessione dalla B alla C2 ed invece resteranno uno degli incubi più vivi nella memoria degli appassionati di calcio rossoneri: i cugini Brian e Sebastian Fuentes.

Siamo nella stagione 2000-2001, il patron Franco Sensi ha ceduto la squadra al Signor Marco Russo che, forte dello sponsor dell’assicurazione d’oltremanica Victoria Fintrade, promette ai foggiani di risanare le ferite che avevano quasi del tutto allontanato i tifosi dallo stadio e dalla propria squadra del cuore. Arriveranno 38 giocatori e ben tre cambi in panchina (Mancano, Arcoleo e Pace) ed i Satanelli raggiungeranno una salvezza per il rotto della cuffia che non farà altro che acuire la depressione che aleggiava intorno al popolo rossonero.

In quella sciagurata stagione oltre ai due cugini argentini, arriveranno altre meteore come Leto, Ubaldi, Sanseverino, Matarangolo Marsich ma anche giocatori che di li a poco, con Pasquale Marino in panchina e la coppia Trinastich-Patano in società, avrebbero riportato la Serie C a Foggia come Di Toro, Pazienza dal settore giovanile, Pennacchietti, Efficie e soprattutto capitan Carannante.

Ed i cugini Fuentes? Vi confesso che non è stato facile per chi vi scrive trovare informazioni su quella che è stata la loro carriera dopo la parentesi foggiana.

Il primo all’anagrafe è Sebastian Fuentes, nato a Lanus il 09/03/1978 ed arriva in Italia dopo 5 stagioni con il Deportivo Espanol, squadra di Buenos Aires che milita in prima divisione, dove ricopre, con scarsi risultati, il ruolo di esterno. Di lui si perdono le tracce nella stagione 2004/2005 quando fa parte della rosa del Matera, ovviamente senza mai scendere in campo, sparendo nel dimenticatoio del professionismo anche in Argentina.

Il secondo è Brian Diego Fuentes, di professione attaccante, che avrà a differenza del cugino una carriera per più onorevole. Nato a Buenos Aires il 04 marzo 1976, dopo la parentesi a Foggia dove riusci a collezionare anche qualche presenza, Brian Fuentes iniziò il proprio personale giro per il Mondo: Cruz Azul in Messico dove realizzerà 13 reti in 16 presenze, River Plate Montevideo in Uruguay,  Uniao Madeira in Portogallo, Selangor in Malesia, Zamora Fc in Venezuela, prima di chiedere la carriera in patria con Almagro, Deportivo Moron, Talleres, San Telmo ed infine nella stagione 2010-11 con il Barazategui, squadra dilettantistica. Per lui esperienza anche nell’Ariano Irpino nella stagione 2003/04, dove però giurano di non averne mai potuto apprezzare le qualità realizzative.

Questa l’evoluzione della storia dei due cugini Fuentes, due entità esoteriche che mai fecero breccia nei cuori dei tifosi rossoneri.

Tullio Imperatrice

Categoria: Am'arrcord