fbpx

Palermo – «Nessun problema con l’iscrizione» Parla Lucchesi

Palermo – «Nessun problema con l’iscrizione» Parla Lucchesi

Ecco la prima parte delle dichiarazioni del direttore generale del Palermo Calcio Fabrizio Lucchesi dagli uffici del Renzo Barbera.

«Stiamo parlando con il mister per definire gli aspetti principali. Nella giornata di oggi definiremo il ritiro dal punto di vista funzionale: sarà un ritiro diviso in due parti.

La prima fase nel nord Italia, la seconda parte nell’Italia centrale: faremo delle amichevoli piuttosto carine. Entro stasera formalizzeremo tutto».

Sul mercato.

«Con il mister abbiamo parlato anche di calciatori, nella piena sintonia che c’è tra di noi.

Il nostro mercato risentirà anche dalle uscite poiché abbiamo delle situazioni da sistemare.

Ho incontrato vari procuratori per capire le singole posizioni e aspettative. Dalla prossima settimana si comincerà a sbloccare qualcosa».

Su Rajkovic.

«Non c’è alcuna possibilità che Rajkovic resti perché in B il Palermo non gli può offrire quanto una squadra di massima serie.

Il Palermo di oggi non sarà quello di ieri: sarà una squadra ambiziosa, spero vincente e che competerà.

Rajkovic ha rifiutato un contratto da una squadra di serie A e il Palermo, ripeto, non può concorrere a certe cifre. Le condizioni economico-finanziarie non sono quelle che hanno accompagnato il Palermo nell’ultimo anno».

Sull’ipotesi Di Natale come collaboratore di Marino.

«Di Natale l’ho visto crescere e diventare campione. Potrebbe essere un collaboratore del tecnico e per me sarebbe un grande onore perché è uno di quei campioni che si ergono come simbolo.

Ha delle problematiche familiari che secondo me con difficoltà riuscirà a superare.

Tuttavia c’è tempo: lo staff ufficiale di Marino non lo ufficializzeremo prima di fine mese perché alcuni sono ancora sotto contratto, quindi bisogna attendere che si liberino».

La situazione di Rispoli e Pomini.

«Rispoli aspetta la serie A, lo capisco da tante cose e quindi mi sembra prematuro fargli una proposta per farlo restare. Devo aspettare.

Con Pomini abbiamo avuto un incontro con il suo agente perché mi piacerebbe mantenere la coppia Brignoli – Pomini».

Sulla strategia da attuare.

«Negli anni ho imparato che avere fretta fa sì che le migliori occasioni ti capitino quando hai già la squadra piena. Di contro, però, non si può andare in ritiro senza che la rosa abbia una fisionomia importante. Pertanto sarei contento di avere la squadra completa all’80% durante il ritiro e poi aspettare: Palermo è una piazza che può prendere anche calciatori dalla serie A».

La situazione di Trajkovski e Nestorovski.

«Il problema di questi calciatori è che hanno degli ingaggi talmente alti da avere problemi anche all’estero. In questo momento ci sono squadre interessate – italiane e straniere – ma fanno fatica a dare loro l’ingaggio che attualmente percepiscono.

Loro sono in uscita ma li venderemo proporzionalmente al loro valore, senza svenderli.

C’è stata una grande sincerità nell’interesse di entrambi: se è contenta la società e non i ragazzi, quest’ultimi non si muovono. Ovviamente vale anche il contrario. Alla fine dobbiamo essere contenti insieme».

Sull’iscrizione da porre in essere entro il 24 giugno.

«Non c’è nessun problema per quanto concerne l’iscrizione della squadra al prossimo campionato. La voce di ipotetici problemi in tal senso sta girando: obiettivamente non so alimentata da che cosa o da chi.

Sono cose che ci danno soltanto fastidio e chi alimenta queste voci non vuole bene al Palermo.

I problemi sono altri, come la gestione dei debiti perché sono in atto pignoramenti e delle situazioni che non c’entrano con la parte sportiva.

La proprietà sta cercando di lasciare la società più tranquilla possibile.

Il Palermo calcio non ha problemi di iscriversi».

Fonte: www.forzapalermo.it

Categoria: Serie B