Pescara, squadra rivoluzionata. Ora servono le uscite

Pescara, squadra rivoluzionata. Ora servono le uscite

Nuovo allenatore e squadra praticamente rivoluzionata. In casa Pescara siamo all’anno zero con il solo reparto difensivo rimasto pressoché invariato rispetto a un anno fa. L’obiettivo è come sempre quello di puntare ai play off e lanciare giovani nel grande calcio con un occhio alle plusvalenze sul mercato e un altro ai risultati sportivi nell’immediato. In panchina l’ennesima scommessa con Zauri promosso dalla Primavera e pronto a seguire le orme di illustri predecessori (Eusebio di Francesco su tutti).

Affari conclusi – Come detto la squadra è cambiata radicalmente anche per andare incontro al nuovo tecnico. In mezzo al campo, partito il capitano Brugman, sono arrivati Busellato e Chochev con il loro carico d’esperienza e un Palmiero chiamato alla conferma dopo le ottime cose viste a Cosenza. In avanti la qualità di Galano, l’esperienza di Maniero (un ritorno) e la voglia di emerge di Tumminello, ma non solo perché anche Brunori ha voglia di dimostrare che Arezzo non è stato un caso.

Cosa manca – Un altro paio d’esterni d’attacco con il probabile ritorno di Sottil e l’arrivo dell’esperto Stoian. Poi un regista di prospettiva, che potrebbe essere Rivas dell’Inter. In difesa potrebbe servire un esterno a sinistra qualora sopratutto dovesse partire Del Grosso, mentre il reparto dei centrali sembra essere ben equilibrato. Al momento la rosa è però molto ampia e il club dovrà lavorare a diverse uscite sopratutto dietro e in avanti per rendere più agevole il lavoro di Zauri.

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Scognamiglio, Bettella, Elizalde; BUSELLATO, PALMIERO, CHOCHEV; TUMMINELLO, MANIERO, GALANO. Allenatore: Zauri (nuovo)

Categoria: Serie B
Fonte: tuttomercatoweb.com