Taranto, Lanzolla: “Sarà un campionato difficile ed imprevedibile”

Taranto, Lanzolla: “Sarà un campionato difficile ed imprevedibile”

E’ stato uno dei primi giocatori ad essere riconfermato nei rossoblù per la stagione corrente: Nicola Lanzolla, difensore del Taranto, ha parlato ai microfoni di TUTTOcalcioPUGLIA.com della preparazione al campionato 2019/20 degli ionici in quel di Polla.

Diciotto giorni dall’inizio del ritiro precampionato: la nuova rosa del Taranto è un mix tra giocatori esperti e giovani importanti e con tanta voglia di emergere. Che impressioni stai avendo in questi giorni di ritiro?

“Le impressioni sono molto positive: è un gruppo nuovo ma composto da giocatori che hanno già calcato campi importanti. Affronteremo questa sfida con giovani di prospettiva e che sono pronti ad affrontare una realtà importante come quella di Taranto”.

Nel primo test col Francavilla è mancato solo il gol…

“E’ stata una partita dove meritavamo di vincere perché, dopo tanto gioco e tante occasioni importanti, ci è mancato soltanto il gol. Come ci siamo detti nello spogliatoio, dopo aver visto la partita con il mister, è mancata la rete che avrebbe potuto indirizzare il match in maniera diversa: dobbiamo continuare a lavorare su questa strada perché è quella giusta”.

Sei stato uno dei primi giocatori a trovare un nuovo accordo col Taranto: quanto è importante per te questa riconferma?

“Volevo rimanere qui a tutti i costi: lo scorso anno è stato molto importante, condito da un infortunio che poi ho smaltito nel proseguo del campionato. Ringrazio in primis la società, il presidente Giove che ha dimostrato di volermi ancora in rossoblù ma soprattutto voglio ringraziare Montella, il diesse Sgrona e mister Ragno che mi hanno riconfermato: ora spetta a me dare una risposta sul campo”.

Quali sono i tuoi obiettivi personali per questa stagione?

“Obiettivi personali non ce ne sono: sappiamo qual è il risultato che vogliamo raggiungere. Sarà importante stare sempre sul pezzo: sarà un campionato ancora più impegnativo dello scorso, ci saranno tanti derby e tutte le squadre che giocheranno contro il Taranto affronteranno la sfida come se fosse una finale. Dobbiamo essere bravi noi a giocare da “ultimi in classifica” in campo, in tutte le partite, con il coltello tra i denti come una squadra impegnata nella lotta salvezza, e vincere tutte le partite”.

Sei stato già allenato da Ragno in quel di Nardò: secondo te, che impatto può avere su questo gruppo?

“Mister Ragno non lo devo assolutamente presentare io: è una persona per bene, capisce di calcio e non guarda in faccia a nessuno. Gioca chi si merita il posto da titolare: sono contento di ritrovarlo sul mio percorso, mi piace molto il suo modo di fare calcio. Sono contento di ritrovarlo dopo la mia esperienza a Nardò e spero che questa possa essere la stagione della consacrazione”.

Ci sarà tanta concorrenza per indossare la maglia rossoblù dal primo minuto: pensi possa essere un fattore stimolante?

“Assolutamente sì, la concorrenza fa bene: ci saranno tante partite da disputare, incluse quelle di Coppa Italia che non vanno sottovalutate. Da parte mia, c’è tanta stima con Allegrini e Luigi Manzo: sono ottimi giocatori ma soprattutto delle persone molto disponibili”.

A Taranto si comincia a respirare, finalmente, un po’ di entusiasmo: circa 800 abbonamenti sottoscritti nella prima settimana. Che messaggio vuoi lanciare alla tifoseria ionica?

“Sappiamo che la tifoseria è delusa per quanto è accaduto negli anni passati ma posso garantire che ci metteremo l’anima per coronare il nostro sogno. Siamo contenti della risposta della piazza anche perché la società ha fatto dei grossi investimenti e merita di vedere lo Iacovone pieno”.

Il campionato che verrà: il Taranto, secondo te, è un gradino più sopra rispetto alle altre squadre?

“Il campo darà il verdetto: il Taranto è una squadra con grandi nomi ma ci sono altre squadre ben attrezzate come Bitonto, Andria e Casarano. Sarà sicuramente una stagione molto difficile ed impegnativa, a prescindere dalle squadre che verranno schierate nel nostro girone: noi dobbiamo giocare da squadra ed entrare in campo agguerriti in ogni partita”.

Categoria: Dilettanti
Fonte: www.tuttocalciopuglia.com