V. Francavilla, Albertini: “Dobbiamo lavorare su dettagli”

V. Francavilla, Albertini: “Dobbiamo lavorare su dettagli”

Al terzo anno con la maglia della Virtus Francavilla, il terzino Alessandro Albertini in questa stagione non ha saltato neanche un minuto, incluso lo sfortunato derby col Monopoli di sabato, nel quale la vittoria è sfumata all’ultimo istante. Proprio da questa sfida siamo partiti nella nostra intervista esclusiva al classe ’94:

“C’è grande rammarico, perché avevamo interpretato la partita ottimamente, su un campo molto difficile per entrambe le squadre, ai limiti della praticabilità. Tra l’altro abbiamo giocato meglio la palla, mettendoli in difficoltà. Loro hanno segnato tre gol, ma uno su un infortunio del portiere e il terzo su rigore”. 

La Virtus ha un’ottima squadra, gioca anche bene, ma fin qui forse è mancata un po’ di continuità nei risultati.
“Siamo un’ottima squadra, è vero, ma c’è da considerare che in rosa ci sono tanti giovani. Forse pecchiamo un po’ di inesperienza su alcune cose. Vedendo le gare giocate fin qui, se avessimo avuto sei o sette punti in più, non avremmo tolto niente a nessuno. Anzi, sarebbero stati meritati. Abbiamo pareggiato e perso delle gare per episodi, sviste che si sono rivelate fatali”.

Con mister Trocini sei gol segnati in tre gare, gli accorgimenti tattici sembrano permettervi di andare più facilmente in rete.
“A livello tattico sicuramente il mister è stato bravo perché non ha fatto grandi sconvolgimenti da quando è arrivato. La sua idea è quella del 3-5-2, in queste settimane si è focalizzato su un modulo che ci desse più certezze. L’esonero di mister Zavettieri probabilmente ci ha fatto scattare qualcosa e ora stiamo tirando fuori di più e ce lo fa tirar fuori anche l’allenatore”.

La Virtus Francavilla, come le altre, ha iniziato il campionato con grave ritardo. Una situazione che è pesata?
“Secondo me è pesata di più rispetto ad altre. La società questa estate, come le altre, ha lavorato bene, andando in ritiro subito col 70/80% della rosa completa. Avevamo programmato tutto per arrivare alla prima giornata alla grande, mentre altre squadre erano ancora incerte sia per l’iscrizione sia per le occasioni di fine mercato”.

Terzo anno in biancazzurro, sempre più titolare fisso di questa squadra e contratto che scade al 2020.
“Alla Virtus sin dal mio arrivo sono sempre stato preso in considerazione da tutti e quattro gli allenatori. Sento la fiducia e ne sono grato perché mi hanno dato la possibilità di crescere, dandomi grande minutaggio. Penso di aver ripagato la fiducia dando sempre il massimo e accrescendo sempre di più il mio rendimento. Il contratto l’ho rinnovato prima della fine della scorsa stagione, il dialogo era iniziato già a dicembre. Come detto sento la fiducia e oltre che sul campo spero di ripagarla anche sotto l’aspetto umano”.

Domenica insidiosa trasferta a Potenza.
“Anche se è una neopromossa, ha costruito una squadra con giocatori di categoria. Non è facile giocare in casa loro, hanno un grande pubblico, il terreno in sintetico. Dovremo stare attenti perché in Serie C puoi vincere e perdere contro chiunque. In questo momento ci manca il dettaglio per arrivare al risultato, escluso il match con la Vibonese, abbiamo sempre fatto la prestazione. E proprio col Potenza dovremo prestare attenzione ai particolari perché loro, essendo una squadra formata da elementi esperti, è forse più abituata a situazioni del genere”. 

Fonte: www.tuttoc.com

Categoria: Serie C